Cannavaro, l’addio dopo il lungo esilio
L’ex capitano al Sassuolo|Il tuo saluto

ARTICOLI CORRELATI
Nessuna sorpresa dell’ultimo giorno. Nessun last minute da togliere il fiato. Le ultime ore dell’interminabile mercato di gennaio si chiudono con lo scontato annuncio dell’approdo in azzurro di Faouzi Ghoulam per 5 milioni di euro e le partenze, altrettanto scontate, di Paolo Cannavaro (al Sassuolo) e Pablo Armero (al West Ham).



SALUTA IL CAPITANO CANNAVARO INSERENDO UN COMMENTO A QUESTA NOTIZIA



Tra il Napoli e Etienne Capoue era un matrimonio che si poteva fare davvero al fotofinish: il club e il giocatore francese erano da tempo d’accordo su ogni cosa.



Il problema è stato l’inserimento del don Rodrigo di turno, nelle vesti di Franco Baldini e quindi del Tottenham. Infatti, ogni volta che l’accordo era ad un passo, gli inglesi spostavano il limite un po’ più in là. Da diventare matti. Verso le 18 anche Rafa Benitez si è arreso e ha gettato la spugna quando ha capito che non sarebbe arrivato più nessuno: il sondaggio del ds Bigon con il Tottenham si è chiuso con una richiesta altissima (15 milioni).


Il punto di Francesco de Luca







Niente Capoue, dunque. Niente di niente. Ma discorso rinviato a giugno. Nessun altro acquisto. D’altronde è andata a finire esattamente come aveva già detto a metà novembre il presidente De Laurentiis: «A gennaio prenderemo un difensore centrale, un laterale mancino e centrocampista centrale». Così è stato.



In effetti, bastava rileggere quelle frasi per capire, dopo l’annuncio del franco-algerino Ghoulam, l’esterno sinistro prelevato dal Saint Etienne («Benvenuto in questo Napoli già molto forte», è il tweet di De Laurentiis), che il mercato di gennaio del Napoli era arrivato alla conclusione. Nulla da fare per Capoue. Così come per Gonalons, Agger (discorso rinviato a giugno), Skrtel e compagnia dei sogni cantando. Eppure il Napoli in questa sessione, condiderando anche l’acquisto di Andujar, ha speso all’incirca 18 milioni di euro.



È stato, per Rafa Benitez, il gennaio della contentezza, non c’è che dire: tre giocatori presi e pronti all’uso e due esuberi ceduti. Solo per Capoue forse ha storto il naso. Ma può starci: lo spagnolo è tecnico di esperienza per sapere che in inverno non è mai facile fare affari. In ogni caso, la rosa del Napoli appare più solida, con varie alternative in ogni reparto.



Il campo, solo quello, dirà se nel cambio tra Ghoulam e Armero (è stato ceduto al Wast Ham in prestito fino a giugno senza obbligo di riscatto per gli inglesi) il Napoli ci ha guadagnato. Stesso discorso per Henrique: il 27enne brasiliano va a completare l’organico dei difensori centrali del Napoli e prende il posto di Paolo Cannavaro, che lascia dopo oltre sette anni la squadra azzurra per andare al Sassuolo.



È l’anno zero, o della rivoluzione. Che continua: arriva un algerino Ghoulam e un brasiliano che giocava in serie B con il Palmeiras. Per i due garantisce Benitez. Per Jorginho, invece, il Napoli si è mosso da grande club: ha giocato nettamente in anticipo ed evitato di prendere parte all’asta. Spariscono gli italiani dalla rosa del Napoli, con la partenza di Cannavaro: restano solo Insigne, Maggio, Mesto e Colombo. Contro i 21 stranieri. Un record assoluto. L’Udinese ha provato a chiudere in prestito da Zapata ma Bigon ha detto no. Inutili tutti i tentativi di dare via Uvini: anche il Livorno ha detto di no. La Reggina chiede Radosevic ma prende Dumitru.



pi.tao.
Sabato 1 Febbraio 2014, 08:03 - Ultimo aggiornamento: 01-02-2014 13:58



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 48 commenti presenti
2014-02-02 09:30:00
L'uomo ... Il calciatore ... L'uomo in ogni caso merita rispetto, come tutti ... Il calciatore il rispetto se lo guadagna con le sue qualità ( se ne ha) e da questo punto di vista il Nostro è stato ben poca cosa! Bisogna quindi dividere i due aspetti! Forse Paolo e suo fratello fabio pensavano che il solo fatto di essere napoletani sarebbe bastato per garantirgli un posto a vita nel Napoli? Sbagliato !!!! Il Napoli non è un'agenzia di collocamento e nemmeno la pia opera della misericordia per i calciatori pensionati! Non possiamo dimenticare le prestazioni indecenti ... Le sue opportunità le ha avute. anche con Benitez ma purtroppo le qualità mancano e i risultati si sono visti! Tenerlo e mandarlo in campo solo perché napoletano? Sarebbe stata una crudeltà inutile per lui e per il Napoli! Anche l'uomo Paolo avrebbe perso il rispetto dei tifosi! Mandarlo al Sassuolo ( unica squadra che lo ha richiesto) è stato un atto di umana "pietas"! Quindi auguri Paolo ... lontano DAL Napoli ma non DA Napoli!
2014-02-02 00:17:00
a qualche presunto..... se-dicente ...tifoso del Napoli...potrei dire che, se tanto mi da tanto...cioè che Cannavaro è SCARSO e che meno male che se ne è andato...., a questo punto anche BRITOS e FERNANDEZ devono andare via perché.. dati alla mano ...sono assolutamente ....PIU' SCARSI, se questa è la parola che vogliamo usare, del Nostro CAPITANO....E' CHIARO STU' FATTU::::!!!!????
2014-02-01 23:55:00
caro Capitano..... GRAZIE per aver accettato la B nel nome della tua città, e grazie per la serietà e l'impegno che hai messo in campo......7 anni sono tanti ed il bilancio sportivo parla NETTAMENTE A TUO FAVORE: quasi 300 partite, una COPPA ITALIA ( da 20 anni non si vinceva NIENTE....! )...9 goals, che per uno stopper non sono POCHI ,e soprattutto...la MANIERA CIVILE ed ENCOMIABILE con cui hai lasciato la TUA SQUADRA...QUEL SILENZIO e poi quelle poche sentite e giuste frasi sono uno ....SCHIAFFO MORALE a quanti ti hanno criticato andando oltre il consentito dalla ragione sportiva ed umana, ma io sono certo che LA GRAN PARTE dei tifosi napoletani siano ancora con te...AUGURI e Forza Sassuolo, (posto civile di bella gente... )E naturalmente...Forza NAPOLI!!!
2014-02-01 23:23:00
pochi hanno capito non bisogna accumulare polvere bisogna spolverare il presid sa fare
2014-02-01 21:39:00
veri motivi il motivo per cui Cannavaro é stato ceduto é ben noto, cosi come all'epoca per motivi diversi anch'essi ben noti fu ceduto Lavezzi, .... quindi non facciamo gli gnorri

QUICKMAP