Napoli, in spiaggia solo con l'App:
ecco la tecnologia per l'estate «sicura»

Sabato 19 Giugno 2021
Napoli, in spiaggia solo con l'app: ecco la tecnologia per l'estate "sicura"

Napoli pronta all'estate, con le App. La tecnologia per regolare l'accesso alle spiagge di Napoli. Per poter accedere alla Gaiola è necessario scaricare un'apposita applicazione creata con lo scopo di regolare l'afflusso dei cittadini. Da quest'anno alla spiaggia della Gaiola potranno accedere 100 persone la mattina e 100 il pomeriggio. Grazie al ricorso all'App, i cittadini potranno non solo prenotarsi ma anche disdire la prenotazione dando così la possibilità ad altri. Chi non si presenterà in spiaggia e non avrà comunicato la propria disdetta non potrà accedere alla Gaiola per i successivi 15 giorni.

Estate, spiagge italiane sempre più digitali: aumentano connessioni e cashless

È inoltre in via di definizione anche un'altra App che consentirà l'accesso alla spiaggia delle Monache a Posillipo. Le novità sono state illustrate in commissione dall'assessore comunale con delega al Mare, Francesca Menna, nell'annunciare il rinnovo dell'accordo con il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus per regolare l'accesso all'area marina protetta. «Entro la settimana prossima partirà anche questo nuovo servizio - ha detto Menna - che consentirà l'accesso alla spiaggia per massimo 350 persone in un'unica fascia oraria.

È inoltre stato siglato un accordo con il Lido Sirena che consentirà l'utilizzo dei bagni e delle docce agli avventori della spiaggia libera». L'assessore ha riferito che si sta lavorando per impiegare i percettori del reddito di cittadinanza nei servizi di informazione e vigilanza sulle spiagge e che sono in via di completamento le docce e i servizi igienici sul litorale di San Giovanni e che si sta per intervenire presso il lido Bagnoli recentemente vandalizzato. 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 15:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA