Pedofilia, 10mila vittime in 70 anni nella Chiesa francese: vescovi a rapporto dal Papa

Venerdì 1 Ottobre 2021 di Franca Giansoldati
Pedofilia, 10mila vittime in 70 anni nella Chiesa francese: vescovi a rapporto dal Papa

Città del Vaticano – Prima della pubblicazione imminente di un rapporto raccapricciante sulla pedofilia nella Chiesa in Francia, i vescovi francesi hanno avuto una riunione di due ore e mezzo con Papa Francesco. Il prossimo 5 ottobre usciranno i risultati di un dossier sugli abusi compiuti da sacerdoti e religiosi nel corso degli ultimi settant'anni. I vescovi si aspettano una ondata di reazioni negative. «Credo che i cattolici ne saranno scioccati come tutti», ha detto l'arcivescovo di Digione, mons. Roland Minnerath, aggiungendo che «bisogna far capire che non è una perversione specifica del clero cattolico». 

Il dossier è stato redatto da una commissione indipendente e si annuncia piuttosto severo. L'indagine indipendente era stata affidata nel 2018 dalla conferenza episcopale e dalla conferenza dei religiosi e delle religiose ad una commissione sugli abusi sessuali nella Chiesa (Ciase) presieduta dal giudice Jean-Marc Sauvé. 

Tra giugno del 2019 e ottobre del 2020 la commissione ha ascoltato circa 6.500 persone. Lo scorso 2 marzo, quando sono stati pubblicati i primi risultati, Sauvé ha detto che ci potrebbero essere almeno 10mila vittime in settant'anni. Un numero decisamente alto. 

«Attendiamo con impazienza questo rapporto, da quel che sappiamo sarà severo», ha detto mons. De Moulins-Beaufort, «ne abbiamo parlato in questi giorni con la Curia romana e oggi con il Papa, con il quale abbiamo concordato che sarà una croce ma servirà a fare luce». Il vescovo di Lille, mons. Laurent Ulrich, si è detto consapevole che il rapporto contiene "notizie terribili". Per il vescovo di Besancon, mons. Jean-Luc Marie Maurice Louis Bouilleret, «è importante che si liberi la parola dei fedeli». I preti, ha aggiunto, "saranno molto colpiti"

© RIPRODUZIONE RISERVATA