CORONAVIRUS

Covid, Comune di Chieti su ordinanza Marsilio: «Qui vale solo il Dpcm»

Sabato 6 Marzo 2021
Il sindaco di Chieti, Diego Ferrara

«Si fa presente che per il Comune di Chieti valgono le norme del nuovo Dpcm del Governo nazionale, alle quali l’Amministrazione farà riferimento a tutela della comunità e al fine di contenere i contagi sul territorio». È quanto si legge sulla pagina Facebook del Comune di Chieti a firma del sinndaco Diego Ferrara a commento dell’ordinanza firmata ieri sera dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. Nella pagina viene pubblicata la nuova ordinanza firmata da Marsilio, «che prevede una serie di disposizioni in tema di covid, di didattica e attività concesse sul territorio regionale». Al fine di avere la migliore applicazione a tutela della cittadinanza, sindaco e amministrazione comunale hanno convenuto di chiedere un parere all’ufficio legale del Comune, non escludendo un confronto con Anci Abruzzo, specie per le restrizioni relative ai nidi, alla scuola dell’infanzia e alla popolazione scolastica in generale. A tale proposito, proprio lo screening di oggi con tampone antigenico per il Covid 19 sarà rivolto, in particolare, ad alunni, studenti e loro familiari. 


Chieti, quindi, sospende per una settimana l’attività di scuole infanzia, nidi e ludoteche. Il sindaco Ferrara: «Una scelta in linea con i dati contenuti nell’ordinanza regionale che applica misure restrittive, ma solo per i gradi superiori. Dal contenuto dell’ordinanza regionale firmata ieri, prendiamo atto che la città di Chieti è sottoposta a misure più restrittive di quelle previste dal Governo. Una realtà che avevamo chiara con l’inserimento prima della Provincia e poi della città nelle massime restrizioni previste dal precedente Dpcm, che però l’ultima ordinanza sembra riformare per l’entrata in vigore del nuovo Dpcm, pur adottando misure più stringenti sul territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA