CORONAVIRUS

Ha la febbre per sei giorni, muore a 50 anni:
niente tampone, sospetto coronavirus

Martedì 24 Marzo 2020 di ​Paola Florio
Muore a cinquanta anni, il suo è un sospetto caso di covid-19. Sospetto perché non è stato possibile fare il tampone, ma la tac a cui è stato sottoposto ha evidenziato una situazione respiratoria che solo questo virus produce. Gaetano Damiano si è recato all’ospedale «Fucito» di Mercato San Severino domenica mattina. Le sue condizioni sono apparse subito critiche tanto che i medici hanno deciso di procedere immediatamente all’intubazione. Purtroppo l’uomo è deceduto nella notte tra domenica e lunedì.

Sembra che il cinquantenne non stesse bene già da qualche giorno. Un’influenza che portava avanti da circa sei giorni, ma era rimasto a casa in attesa di un miglioramento. Domenica mattina, invece, ha deciso di andare in ospedale. La situazione, però, è degenerata rapidamente e Gaetano non ce l’ha fatta. Lui, commerciante di pellami, viaggiava spesso per lavoro, prevalentemente all’estero e pare che recentemente si fosse recato in Pakistan proprio per motivi d’affari. Non si esclude, dunque, che possa aver contratto il covid-19 in quei luoghi. L’uomo era originario del beneventano e si era trasferito a Mercato San Severino alcuni decenni fa per motivi di studio. Uno studente universitario fuori sede che in questa cittadina della valle dell’Irno ha trovato l’amore. Un amore così grande che l’ha portato a restare. A Mercato San Severino ha creato la sua famiglia. Ha sposato la fidanzata Luciana ed hanno dato alla luce due figli: Luca ed Alessandra, oggi studenti. Prima di diventare un commerciante di pellami Gaetano è stato un ufficiale dell’Esercito. Ultimo aggiornamento: 10:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA