Napoli Est, differenziata al palo e discariche abusive in strada: decoro zero a Ponticelli

Napoli Est, differenziata al palo e discariche abusive in strada: decoro zero a Ponticelli
di Alessandro Bottone
Sabato 1 Ottobre 2022, 16:37
3 Minuti di Lettura

Decine di sacchi e tanti altri materiali restano da giorni sulla strada di Ponticelli, quartiere della zona orientale di Napoli. Sono il segno dell'ennesimo sversamento illecito di rifiuti che mette in ginocchio numerose aree di Napoli Est.

La situazione riguarda sia il centro storico del quartiere così come le aree in cui insistono i complessi di case popolari. Basta guardare via Gino Alfani, a ridosso di una scuola e del parcheggio comunale in disuso, dove da alcuni giorni sono stati abbandonati molti rifiuti: accanto ai cassonetti dell'indifferenziata ci sono sacchi con resti di lavori edili, pezzi di legno, parti di mobili, uno scaldabagno e oggetti vari. Non va meglio in cupa San Pietro, proprio a ridosso di un altro plesso scolastico. Qui i cassonetti ostacolano il passaggio dei pedoni che sono costretti a utilizzare la carreggiata anche per la presenza di pezzi di legno e suppellettili lasciati a terra. La situazione si ripete talmente spesso da aver spinto gli studenti dell'istituto comprensivo a lanciare una petizione al sindaco di Napoli affinché si spostino i cassonetti e si pulisca il marciapiede che risulta lurido e pericoloso. Le loro richieste restano, per ora, inascoltate.

Bidoni già colmi in mattinata, mancata differenziazione dei rifiuti, materiali in strada non raccolti da giorni sono situazioni che cancellano l'igiene e il decoro di molte aree di Ponticelli e degli altri quartieri dell'area orientale di Napoli dove si attende l'attivazione del servizio di raccolta differenziata porta a porta. Difatti, il Comune di Napoli ha da tempo approvato il progetto che, con oltre nove milioni di euro, permetterà di servire 37mila famiglie e di eliminare i cassonetti stradali sostituendoli con la raccolta a domicilio dei rifiuti divisi a seconda del materiale. Il servizio non è stato ancora attivato.

Un lavoro ancora più consistente sarà necessario per contrastare il fenomeno dello sversamento illecito di rifiuti che porta sulle strade di Napoli Est qualsiasi tipo di rifiuti, anche speciali e pericolosi, tanto da creare discariche a cielo aperto che necessitano di operazioni straordinarie di prelievo con costi ulteriori per la collettività.

© RIPRODUZIONE RISERVATA