Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, due gabbiani salvati e «adottati» da Guido Baldari e Annalisa Pennino: «Gli animali vanno sempre protetti»

Lunedì 4 Luglio 2022 di Ferdinando Gagliotti
Napoli, due gabbiani salvati e «adottati» da Guido Baldari e Annalisa Pennino: «Gli animali vanno sempre protetti»

A una storia orribile risponde una vicenda che dovrebbe essere vista da tutti come un insegnamento, un episodio di rara umanità e gentilezza. Se a Posillipo i condòmini del parco Carelli si sono resi protagonisti di un’orribile e irrazionale “mattanza” di gabbiani, a colpi di fucile e bastonate, un terrazzo nella zona del quartiere Chiaia è diventato un’accogliente dimora per una madre e il suo “cucciolo”.

La dolce storia coinvolge due volti noti di Napoli: Guido Baldari, capo ufficio stampa del Napoli, e Annalisa Pennino, attrice che interpreta Ada, un’infermiera dal volto umano nella soap opera tutta partenopea “Un posto al sole”.

La coppia ha scoperto per caso, un giono dello scorso marzo, che un esemplare femmina di gabbiano aveva scelto una fioriera del loro terrazzo per covare due sue uova. Soltanto una delle due, purtroppo, si è schiusa, dando alla luce un piccolo. I due non ci hanno pensato due volte prima di decidere di aiutare in ogni modo possibile la madre ad accudire e crescere il proprio cucciolo, fornendole acqua e cibo – tonno al naturale, divenuto il pasto preferito del volatile – ogni giorno.

Col tempo la coppia ha costruito una struttura per i due animali, una vera e propria casa, completa di una piccola piscina gonfiabile per aiutarli a combattere il crescente e asfissiante calore estivo. Oggi, i due gabbiani hanno anche un nome: Azzurra lei, come il Napoli di cui Baldari gestisce la comunicazione, e Apollo lui.

La coppia, nell’arco di questi quattro mesi, è stata testimone della crescita del piccolo, fino al momento più importante nella vita di un pennuto: il primo volo. La prima esperienza di Apollo, risalente a una settimana fa, ha procurato un discreto spavento ai suoi “coinquilini”, che avendone notato l’allontanamento – dal sesto piano del loro condominio – si sono lanciati nella sua ricerca, fino al ritrovamento sotto un’auto parcheggiata non lontano dalla propria abitazione.

Video

Baldari e Pennino, attraverso questa “adozione” insolita, vogliono lanciare un messaggio alle persone: aiutare gli animali in difficoltà, che si tratti di cani, gatti o persino gabbiani come in questo caso, ogni volta che se ne ha la possibilità. Specialmente d’estate, un momento dell’anno particolarmente complicato per loro. Azzurra e Apollo poi hanno contribuito a sfatare un tabù: i gabbiani sono noti per essere aggressivi e facilmente irascibili, loro invece si comportano come docili animali da compagnia. Azzurra ha persino imparato a comunicare con la coppia: all’ora di pranzo o cena, quando il pasto non le basta, “bussa” col becco alla finestra per attirarne l’attenzione.

La speranza dei due napoletani è che ora, grazie alla loro storia, le persone possano cambiare approccio nei confronti di queste creature, e che episodi come quelli di parco Carelli restino soltanto un triste e isolato episodio. Perché come afferma l’attrice napoletana, «gli animali hanno un animo e una sensibilità che a volte le persone non riescono a comprendere, per questo dobbiamo proteggerli e salvarli».

Ultimo aggiornamento: 23:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA