Napoli, padel anche a Barra: 'Polo dello sport' nello storico stadio comunale

Giovedì 30 Dicembre 2021 di Alessandro Bottone
Napoli, padel anche a Barra: 'Polo dello sport' nello storico stadio comunale

Spazi per il padel anche a Barra, quartiere nell'area orientale di Napoli. Due campetti saranno realizzati nell'impianto pubblico 'Caduti di Brema' che sarà trasformato in un vero e proprio polo sportivo. Il Comune di Napoli ha approvato il progetto di riqualificazione per il quale ci sono a disposizione le risorse del 'POC Metro 2014-2020'.

Non l'unica novità per la struttura sportiva incastrata tra via delle Repubbliche Marinare, via Mercalli e corso IV Novembre. Innanzitutto il campo da calcio sarà ampliato - così da raggiungere le dimensioni di cento per sessantacinque metri - e sarà circondato da una nuova recinzione. La tribuna "B" - quella sul lato di via Mercalli - sarà totalmente abbattuta lasciando spazio a una tribuna prefabbricata, molto più piccola dell'attuale: potranno accedere soltanto duecento persone della tifoseria ospite. E proprio lo spazio liberato dalla tribuna - da tempo interdetta al pubblico a causa delle criticità statiche - sarà utilizzato per costruire due campi di padel, un campo di tennis, i servizi igienici e una vasta area parcheggio. Invece, nell'area a ridosso di corso IV Novembre, attualmente inutilizzata, si creeranno un campo sportivo di basket e pallavolo e un secondo campo di calcio a cinque in erba sintetica.

Video

La spesa totale prevista dai progettisti interni all'amministrazione comunale è di un milione e 145mila euro. Essa comprende anche la riqualificazione di aree e percorsi interni all'impianto di Barra così da assicurare la separazione degli atleti dal pubblico: indispensabili, in tal senso, i quattro cancelli di ingresso. Per questo motivo si metterà mano anche al vecchio sottopasso che dagli spogliatoi consente l'accesso diretto al campo così da evitare che le squadre incrocino le tifoserie. Altri interventi saranno realizzati negli spazi sottostanti la tribuna “A” - recentemente ristrutturata, con capienza massima di circa mille spettatori - e negli spogliatoi degli atleti. Nel progetto di fattibilità tecnica-economica approvato dalla giunta comunale si presta particolare attenzione alle barriere architettoniche: accanto alle tribune saranno posate due piattaforme per le persone con disabilità.

Il nuovo "polo dello sport" di Napoli Est avrà a disposizione un impianto solare termico per l'acqua calda negli spogliatoi. Le risorse pubbliche - utili anche a risanare il muro di recinzione sul lato di corso IV Novembre - sono fondamentali per adeguare gli spogliatoi per il calcio ai parametri delle norme CONI per l’impiantistica: locali oltre i trenta metri quadrati con servizi igienici e docce indipendenti per ciascuna squadra, spogliatoi per arbitri e infermeria. Il futuro impianto avrà a diposizione una buvette e servizi igienici riservati ai tifosi. Saranno migliorate l'illuminazione e la pavimentazione del bene.

Inaugurato il 3 aprile 1965, lo stadio 'Caduti di Brema' di Barra è tra gli impianti storici del Comune di Napoli. In occasione delle Universiadi del 2019, l'impianto è stato oggetto di restyling con il rifacimento del terreno di gioco - con trasformazione del manto da terreno battuto ad erba sintetica - e con l'installazione di quattro torri faro. Nel corso degli anni ha ospitato le competizioni delle squadre di calcio della periferia orientale nei suoi 21mila metri quadrati mentre più di recente è stata casa della squadra di calcio Napoli Femminile.

I lavori di riqualificazione, stando agli atti, saranno realizzati tra il 2022 e il 2023. La gestione dell'impianto sportivo di Barra resterà in capo al Comune di Napoli che si occuperà anche della manutenzione ordinaria e straordinaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA