Sesso a Pozzuoli nell'Oasi Naturalistica di Monte Nuovo: il terreno è un tappeto di preservativi

Mercoledì 29 Settembre 2021 di Antonio Cangiano
Pozzuoli, sesso e abbandono nell'Oasi Naturalistica di Monte Nuovo

Tronchi d'albero bruciati un po' ovunque, parapetti inclinati, rovinati al suolo e non riparati.

È la triste istantanea circa il percorso naturalistico che si snoda sul ciglio del cono vulcanico di Monte Nuovo, il più giovane vulcano d'Europa, dei Campi Flegrei.

Il sentiero, poco frequentato, è diventato rifugio per coppie in cerca di intimità, come testimoniato da fazzoletti usati e preservativi. 

 

Devastato da un rovinoso incendio nel 2019, che ha distrutto gran parte la macchia mediterranea sul fronte meridionale del vulcano, se si esclude l'ingresso ben tenuto, l'oasi attende un intervento di manutenzione che stenta ad arrivare.

In questi giorni ricorre il 483° anniversario della nascita del Monte Nuovo, formatosi a seguito di una violenta eruzione, tra il 29 settembre e il 6 ottobre 1538.

Dal 1996 è oasi naturalistica, con percorsi che si snodano sul crinale e all'interno del cono vulcanico.

Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 07:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA