Camorra: morto Fabbrocino, il boss rivale storico di Cutolo

A sinistra Fabbrocino, a destra Cutolo con il figlio
di Francesco Gravetti

È morto in un ospedale di Parma, la città dove era detenuto, Mario Fabbrocino, il boss dell’area vesuviana che per anni è stato protagonista indiscusso della storia criminale napoletana. Rivale storico di Raffaele Cutolo (era stato condannato all’ergastolo perché accusato di aver ucciso il figlio del boss di Ottaviano, Roberto), era in carcere dal 2005, quando la sua latitanza fu interrotta: si nascondeva in una villa a San Giuseppe Vesuviano. Mario Fabbrocino era nato nel 1943 ed era molto malato: si è spento nella notte tra ieri ed oggi. Nella sua città nativa, San Gennaro Vesuviano, è massimo il riserbo dei parenti. Fabbrocino era detto anche il “boss dei due mondi”, per i suoi affari e la lunga permanenza in Sudamerica
Martedì 23 Aprile 2019, 19:59 - Ultimo aggiornamento: 24 Aprile, 08:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-04-24 11:29:34
i boss non sono ne veri ne falsi i boss sono il cancro dell italia intera e devono marcire in carcere .

QUICKMAP