Concorso Asia Napoli, firmano i primi 200 assunti: «Una giornata di svolta per la città»

C'è anche una targa celebrativa per Vincenzo Imparato, operatore ecologico veterano della città

I primi 200 assunti del concorso Asia Napoli
I primi 200 assunti del concorso Asia Napoli
di Alessio Liberini
Lunedì 5 Dicembre 2022, 17:57 - Ultimo agg. 6 Dicembre, 07:25
5 Minuti di Lettura

La gioia si tocca con mano tra gli sguardi emozionati dei primi duecento assunti del recente concorso indetto dall’Asia, la società municipalizzata incaricata della gestione dei rifiuti e dell'espletamento dei servizi di nettezza urbana del comune di Napoli.

Stamane, nella suggestiva location della Sala dei Baroni del Maschio Angioino, si è così celebrata la cerimonia di firma per gli apprendisti neo assunti che già da domani inizieranno il loro periodo di formazione della durata di 30 mesi. Mentre entro aprile 2023 entreranno in organico anche i restanti 300 operatori ecologici per un totale - come previsto dal concorsone partito lo scorso settembre (nonché il primo in assoluto nella storia moderna dell’azienda partenopea) - di 500 nuove unità che andranno a migliorare l’offerta dei servizi di igiene urbana del capoluogo campano.

I nuovi addetti alla nettezza urbana cittadina, che oggi hanno indossato per la prima volta la tradizionale pettorina arancione evidenziatore, sono tutti giovanissimi ed hanno tra i 18 e i 29 anni. 

Francesco Pio Letterese, primo in assoluto nella graduatoria del concorso, non nasconde la sua commozione: «Ho pensato tante volte di andare via da Napoli – spiega il giovane – perché al Sud è difficile avere un lavoro come questo, un posto fisso, però il sogno è stato sempre quello di restare nella mia terra ed oggi finalmente ce l’ho fatta». Domenico Cuccurullo, il più giovane tra i vincitori del concorso, non ha neanche 19 anni e, prima di effettuare la firma del contratto, stenta persino a crederci: «Sarà il mio primo lavoro e sono emozionatissimo: oggi è davvero una giornata speciale».

Alla cerimonia hanno presenziato, oltre a tanti familiari e amici dei nuovi assunti, anche il primo cittadino napoletano, Gaetano Manfredi, l’assessore all'Ambiente di Palazzo San Giacomo, Paolo Mancuso e i vertici di Asia, a partire dall’amministratore unico Domenico Ruggiero, il capo del personale della municipalizzata, Benino Maddaluno e il Direttore Affari Generali, Carlo Lupoli.

«Oggi – chiarisce il sindaco Gaetano Manfredi - è una giornata importante in questo percorso di rilancio e di trasformazione di Asia e soprattutto di miglioramento dell'igiene urbana in città. Per farlo siamo partiti dalle risorse umane con un grande concorso all’insegna della trasparenza». «Ai ragazzi – precisa Manfredi - ho chiesto di essere orgogliosi di essere dipendenti pubblici. Dobbiamo partire proprio dalla valorizzazione del capitale umano: abbiamo tanti concorsi in atto in città e ci auguriamo che tanti giovani possano entrare nell’amministrazione»

Per l’amministratore unico della municipalizzata, Domenico Ruggiero, la giornata odierna rappresenta «un momento di svolta sia per Asia che per il Comune di Napoli». «Questo – osserva Ruggiero – è il primo passo per avviare una seria ristrutturazione del decoro urbano e della raccolta differenziata per dare una risposta a quello che chiedono i cittadini: ovvero una Napoli più pulita e con una raccolta differenziata degna delle maggiori capitali europee».

Nel mentre l'azienda napoletana prepara anche un nuovo concorso destinato all’assunzione, a tempo indeterminato, di circa 100 autisti: «È stato approvato il piano industriale fino al 2027 – racconta l’amministratore unico di Asia – grazie al quale abbiamo verificato le necessità future e quindi ci attiviamo con nuovi concorsi affinché non ci siano più problematiche di mancanza di personale per il decoro urbano e la raccolta dei rifiuti». 

Video

A rendere l’idea dell’importanza dell’evento ci ha pensato anche un vero decano del settore, il segretario generale della Fiadel Campania, Vittorio d'Albero: «Per la prima volta, dopo 22 anni, Asia vede un’assunzione di giovani». «Quest’ultimi però – avverte il sindacalista - dovranno onorare il posto che hanno preso oggi per rendere sempre più bella la nostra città. La media di età nell’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Napoli si aggira intorno ai 56 anni quindi ben vengano i giovani però con un progetto di qualificarli sempre di più: bisogna farlo con piacere e con passione per far si che Napoli sia sempre più pulita».

La cerimonia, prima della firma effettiva dei contratti, si è chiusa proprio con l’assegnazione di una speciale targa celebrativa consegnata dal sindaco di Napoli ad un veterano operatore ecologico della città, il signor Vincenzo Imparato. Quest’ultimo ne ha approfittato per far effettuare un discorso motivazionale a quelli che dai prossimi giorni saranno i suoi nuovi colleghi: «Questo lavoro – ha detto Imparato ai giovanissimi – si fa con il cuore. Napoli è bella e la dobbiamo guardare noi perché siamo quelli che la tengono pulita anche agli occhi di chi arriva da lontano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA