In bilico sul campanile di Pompei per un «Daredevil Selfie», 19enne ucraina salvata dai caschi bianchi

di Susy Malafronte

Choc all'ombra del Santuario: giovane turista rischia la vita per un selfie. Il comandante dei vigili urbani e il suo vice salvano in extremis una turista 19enne ucraina in bilico sulla balaustra del campanile. La ragazza, in compagnia di due suoi connazionali, di 20 e 22, anni ballava e ondeggiava in piedi sul parapetto del campanile, rischiando la morte, per scattarsi un selfie estremo. Il colonnello Gaetano Petrocelli e il capitano Ferdinando Fontanella, mentre erano fuori al comando, pianificando il lavoro dei loro uomini, hanno alzato gli occhi sulla torre campanaria e il loro sangue si è gelato: hanno visto una giovane donna ondeggiare sulla balaustra del campanile. Hanno pensato che volesse buttarsi giù per suicidarsi.
 

Si sono precipitati immediatamente sul campanile per salvarla trovandosi, però, davanti ad una realtà tanto diversa quanto assurda. La giovane stava cercando l'inquadratura migliore per scattarsi un selfie dal panorama mozzafiato e si è sentita, anche, infastidita da chi era pronto a rischiare la propria di vita per mettere in salvo quella di una sconosciuta. Si chiama «Daredevil Selfie» la pericolosa moda dei slfie estremi,che ha contagiato i giovani di tutto il mondo. Su un tetto, sui binari di un treno e, a Pompei, in bilico sul campanile: rischiare la vita per un semplice autoscatto sul cellulare, per immortalare in un fermo immagine quel momento di pura adrenalina. Sarebbe bastato un nulla - un capogiro, un piede in fallo oppure una brezza di vento  - per far volare giù la ragazza da una altezza di 82 metri. Il comandante Petrocelli e il capitano Fontanella, solo dopo aver convinto la ragazza a rimettere i piedi a terra, hanno tirato un sospiro di sollievo. I due ufficiali dei caschi bianchi lanciano un appello ai giovani: «Non seguite la moda dei 'daredevil selfie', sono pericolosi. Non rischiate la vita per uno scatto adrenalinico». La scena è stata notata da diversi passanti che hanno assistito al «salvataggio» con apprensione e timore.
Giovedì 18 Aprile 2019, 19:51 - Ultimo aggiornamento: 18-04-2019 20:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-04-19 07:30:33
andavano denunciati e rimandati a casa loro.sono queste le persone che non vogliamo
2019-04-19 07:24:13
Gente perduta,scatole vuote,inutile ogni tentativo di dialogo e ragionamento,vivono in un universo tutto loro,inaccessibile ai normali.
2019-04-19 01:37:55
Ma una bella multa No?

QUICKMAP