Napoli, l'ascensore si blocca continuamente: disabili intrappolati nelle case popolari

di Alessandro Bottone

La mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria nelle palazzine popolari in città crea disagi e disservizi che diventano particolarmente gravi specie se riguardano persone con disabilità come capita negli alloggi di via Luigi Franciosa a Ponticelli, quartiere nella zona orientale della città. Cinque giorni fa si è verificato l’ennesimo guasto all’ascensore che serve il blocco di case che affaccia sul parco comunale: un problema enorme per i cinque disabili impossibilitati ad affrontare la rampa di scale.
 
 

Dopo le diverse segnalazioni da parte dei residenti al call center tecnico il malfunzionamento dell’ascensore è stato riparato e l’impianto è tornato funzionante dopo “soli” due giorni. Il problema, però, non è risolto definitivamente in quanto, come già accaduto numerose volte, con una cadenza quasi settimanale l’impianto si blocca. In effetti l’ascensore è datato, installato oltre vent’anni fa quando furono consegnate le case ai numerosi abitanti. A detta degli stessi l’impianto di sollevamento non è mai stato sostituito ma ci sono stati solo interventi di piccola manutenzione a seguito delle tempestive segnalazioni di guasto.

Quando l’ascensore si blocca si generano circostanze gravi per le cinque persone in carrozzina che abitano nelle palazzine di via Franciosa. Restano, infatti, impossibilitate a uscire dalla propria abitazione oppure a rientrare, come è capitato qualche giorno fa ad un uomo che, per rincasare, ha dovuto chiamare i vigili del fuoco che lo hanno sollevato fino al primo piano.
 

«L'ascensore serve una utenza di diversi cittadini anziani ma soprattutto di ben cinque persone diversamente abili in carrozzina che si ritrovano puntualmente “agli arresti domiciliari” a causa dei disservizi che comporta la mancata riparazione dell'ascensore» denuncia un residente che specifica: «È successo molte volte che l'ascensore si sia guastato e successivamente venga riparato ma si segnala che è necessario chiedere al Comune e alla Napoli Servizi un intervento per una riqualificazione totale e generale».

Un problema difficile anche in caso di emergenza: per questo le famiglie delle persone con disabilità hanno anche avanzato la proposta di realizzare una rampa che dal primo piano raggiunga direttamente la strada. L’intervento ha costi elevati ma risulta una delle possibili soluzioni al grave disagio vissuto dalle persone affette da gravi disabilità che da anni combattono per la normalità.
Venerdì 19 Luglio 2019, 15:54 - Ultimo aggiornamento: 19-07-2019 15:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP