Noemi, la fuga del killer Del Re termina all'alba in Toscana: preso in autogrill. La gente urla: «Ammazzatelo»

Venerdì 10 Maggio 2019
Noemi, la fuga del killer Del Re termina all'alba in Toscana: preso in autogrill. La gente urla: «Ammazzatelo»

È terminata all'alba, nella provincia di Siena, la fuga di Armando Del Re, ritenuto colui che venerdì scorso, in piazza Nazionale a Napoli, ha sparato più volte contro Salvatore Nurcaro e ferito la piccola Noemi e sua nonna, Immacolata Amodio. Secondo quanto si è appreso, sarebbero state determinanti alcune intercettazioni già in corso sui due indagati a portare gli inquirenti sulla pista giusta. Attività poi corroborate da elementi (immagini dei sistemi di videosorveglianza, identikit e notizie raccolte sul territorio) che hanno dato esito positivo. A quando il presunto killer è stato fermato era a bordo di una 500 bianca e, secondo quanto si apprende, con lui c'erano la madre e la sorella.
 


All'operazione hanno preso parte tutte le forze dell'ordine, i carabinieri, la Guardia di Finanza, e la Polizia di Stato. Il provvedimento di fermo nei confronti di Armando Del Re e del fratello Antonio è stato emesso dai pm Antonella Fratello, Simona Rossi e Gloria Sanseverino (coordinati dal procuratore Giovanni Melillo e dall'aggiunto Giuseppe Borrelli) che hanno ravvisato un imminente pericolo di fuga. E, infatti, sia Armando che Antonio erano lontani dal rione delle «Case Nuove» di Napoli.

Entrambi i fermati risultano avere precedenti per reati di droga. Nurcaro è ancora ricoverato in terapia intensiva e non è stato possibile, date le sue condizioni di salute (è stato raggiunto da diversi colpi d'arma da fuoco, ndr) interrogarlo. 

 
 

In particolare, Armando Del Re è stato fermato all'autogrill nel comune di Rapolano Terme, lungo la Siena-Bettolle. Al momento del fermo l'uomo non era armato ed è stato portato nella caserma dei carabinieri di Siena a disposizione dell'autorità giudiziaria. 

«Ammazzatelo» è quanto è stato urlato da alcuni automobilisti transitati davanti alla caserma dei Carabinieri di Siena dove Armando Del Re è in stato di fermo. La notizia del suo fermo sulla Siena-Bettolle si è ormai diffusa in città e davanti alla caserma, oltre a molti giornalisti e cameraman, stazionano anche alcuni curiosi. 

Uscito dalla caserma, scortato dalle forze dell'ordine e, a bordo di un'auto dei carabinieri, Del Re è successivamente stato portato nel carcere di Siena. 

Ultimo aggiornamento: 13:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA