Pozzuoli, la villa rustica romana
di via Campana è diventata giungla

Giovedì 22 Luglio 2021 di Antonio Cangiano
Pozzuoli, la villa rustica romana, diventa jungla

Le condizioni di forte abbandono della Villa rustica d'epoca romana, nei pressi della sede INPS di via Campana a Pozzuoli, sono sotto gli occhi di tutti.

Una sorta di giungla, da tempo, ha fagocitato le antiche e preziose testimonianze del passato, e le coperture in lamiera sono, in gran parte, arrugginite e pericolanti.

Sul caso è intervenuto Antonio Isabettini, cultore di storia locale, da anni attivo per la tutela e valorizzazione delle testimonianze archeologiche dei Campi Flegrei:

«Stiamo parlando di una zona extraurbana dell' antica Puteoli. Un luogo ricco di presenze archeologiche. Qui si snodava la  “Consularis Puteolis Capuam” che partendo da Puteoli, si collegava alla Via Appia a Capua, per proseguire verso Roma, ancor prima della costruzione della Domitiana. Tratti di questa antica strada sono ancor visibili,con i loro basoli, fiancheggiati da necropoli, mausolei, ipogei. Un tratto di via, partendo dalla zona della Solfatara, si innestava prima a Via Celle e proseguiva per la zona interna di San Vito, poi attraversava l'odierna Montagna Spaccata verso la piana di Quarto. Dunque, una vasta area, poco valorizzata e purtroppo lasciata all'incuria. La natura si riprende tutto». 

 

La Villa rustica puteolana, dunque, testimonianza delle importanti attività agricole sviluppatesi in passato nei pressi dell'antica Pozzuoli, attende da tempo un intervento di pulizia e manutenzione che stenta ad arrivare. 

La Villa romana fu rinvenuta negli anni '90, nei pressi della sede INPS di Pozzuoli. Databile al I - II sec. d.C., fu un fiorente centro di produzione agricola. Ad oggi sopravvivono diversi setti murari, appartenenti al settore padronale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA