Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cinema Academy Astra presenta «Il palazzo», il documentario di Federica Di Giacomo

Martedì 15 Marzo 2022
Cinema Academy Astra presenta «Il palazzo», il documentario di Federica Di Giacomo

Venerdì 18 marzo alle 20:30 Federica Di Giacomo arriva a Napoli per presentare, al Cinema Academy Astra di via Mezzocannone, il documentario «Il palazzo». La proiezione, in anteprima in città, è organizzata nell’ambito della XII edizione di «AstraDoc – Viaggio nel cinema del reale». Con questo appuntamento comincia la seconda parte della rassegna che prevede un programma di opere fino a Pasqua: tra queste ben 4 film candidati al David di Donatello di quest’anno che arriveranno in esclusiva napoletana al Cinema Astra, tutti accompagnati dagli autori.

Oltre a «Il Palazzo», anche «Onde Radicali» di Gianfranco Pannone (25 marzo), «La macchina delle immagini di Alfredo C» di Roland Sejko (1 aprile con la partecipazione anche dell’attore protagonista Pietro De Silva) e «Dal pianeta degli umani» di Giovanni Cioni (8 aprile). La seconda tranche di AstraDoc si chiuderà mercoledì 13 aprile con un doppio appuntamento insieme «Overseas» di Sung-A Yoon (in collaborazione con il Carbonia Film Festival) e «Spin Time – Che fatica la democrazia!» di Sabina Guzzanti (nell’ambito della rassegna “L’Italia che non si vede” di UCCA).

Video

«Il palazzo» è stato presentato all’ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia ed è nella shortlist di dieci documentari che si contenderanno a breve il David di Donatello di quest’anno. L’opera nasce in un periodo delicato per la regista, reduce da un durissimo lutto, che lavora al vastissimo girato donatole da una persona conosciuta durante la permanenza a Roma. Nel cuore della Capitale, con vista San Pietro, si erge un Palazzo. Il proprietario, come un mecenate rinascimentale, negli anni offre asilo a una eclettica comunità di amici che trasforma ogni angolo in un set cinematografico permanente. Mauro, il più carismatico del gruppo, dirige i condomini in un film visionario, isolandosi progressivamente dal mondo esterno fino a non uscire più dal Palazzo. Nel momento della sua morte prematura, il gruppo di amici si ritrova e riceve in eredità le migliaia di ore filmate del capolavoro incompiuto a cui tutti hanno preso parte. Un lascito che scuote lo spirito assopito del gruppo e mette ciascuno a confronto con i propri sogni giovanili in un tragicomico romanzo di formazione fuori tempo massimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA