Napoli, ecco il pacco solidale di Natale «Spacco»: i fondi raccolti andranno al Santobono

Martedì 14 Dicembre 2021
Napoli, ecco il pacco solidale di Natale «Spacco»: i fondi raccolti andranno al Santobono

Si è tenuto a Villa Domi, lo Spacco Charity Cocktail, una piacevole serata tra musica, cibo e buon vino, nella quale è stato presentato il progetto del pacco di Natale solidale: lo «Spacco_NuPaccoCoCore!» Promosso dalle Associazioni Uanma e Officina delle Idee, di Laura Bismuto e Rosa Praticò, instancabili donne che da sempre si impegnano nel sociale.

L’iniziativa è stata possibile grazie alla generosa partecipazione di aziende napoletane di eccellenza quali: Cuori di Sfogliatella di Antonio Ferrieri, Camillo Oste Verace di Camillo Sorrentino, Antica Bottega di Michele Buonincontro, Antico Mulino Pastificio Falco di Giovanni Falco, Audacia Comunicazione & Marketing di Nello Maresca e Massimo Ferrara, e grazie alla disponibilità di Mimmo Kontessa di Villa Domi, lo Spacco di Natale, primo di una lunga serie di azioni di solidarietà finalizzate alla raccolta fondi per obiettivi nobili e meritevoli, destina i suoi proventi all’Associazione Sostenitori Ospedale Santobono per l'acquisto di uno speciale monitor per la Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Santobono di Napoli. Strumento che fornisce informazioni vitali su pazienti piccolissimi, consentendo ai medici di prendere decisioni rapide ed efficaci nei momenti più critici.

Video

Il costo dello Spacco di Natale sarà di 50 euro e conterrà: 1kg di dolci natalizi di Cuori di Sfogliatella, una scatola di Filetto di alici, una bottiglia di vino NoStress e un barattolino di peperoncino di Camillo Oste Verace di Vico Equense, 1,5kg di pasta di Gragnano dell’Antico Pastificio Falco, una creazione di Michele Buonincontro, Maestro Artigiano di San Gregorio Armeno.

Alla presentazione dello Spacco, anche il dott. Pasquale Esposito, medico della Struttura Complessa di Terapia Intensiva Neonatale e Neonatologia, che ha spiegato l'importanza di una diagnosi precoce per monitorare e scongiurare ogni complicazione ai piccoli. Sarà proprio lui, insieme ad altri colleghi presenti in sala, a utilizzare l'apparecchio per il monitoraggio emodinamico. Per l' Associazione Sostenitori Ospedale Santobono, Emanuela Capuano, Fundraising, Communication and Project Manager: «È meraviglioso che si possa realizzare questo progetto finalizzato a salvare i piccoli della Tin».

LEGGI ANCHE Gala di Natale «Uniti nel cuore», la cena di solidarietà a Napoli

Il già comandante di polizie locali della Regione Campania, dott. Salvatore Schiavone, che coordina gli uffici dell’Italia meridionale dell’Icqrf uno dei maggiori organismi europei di controllo dell'agroalimentare: «Mi complimento per l'iniziativa perché i prodotti della tradizione campana possano essere un’ulteriore valore aggiunto, anche per chi crede nella solidarietà e vuole aiutare le persone meno fortunate in questo particolare momento storico che ci apprestiamo a vivere durante le festività natalizie».

Laura Bismuto e Rosa Praticò: «Abbiamo solo cominciato, il traguardo ci aspetta e noi faremo tutto il possibile insieme a chi vorrà sostenere il nostro progetto per raggiungerlo. Ringraziamo ancora tutti i partner, gli sponsor tecnici: Malive video&foto; il gruppo scout Agesci Napoli 1 che si è trasformato in una meravigliosa catena di montaggio per assemblare i pacchi; l'avvocato Raffaele Iervolino che con l'Istituto Stefanini e l'Istituto Picasso e i loro ragazzi hanno contribuito al  servizio in sala e all'accoglienza; le aziende che hanno arricchito il buffet della serata, Cnl e Consorzio Terre Italiane di Stefano Luciano, Antropoli di Lucrezia Cicia, eccellenze campane che da sempre sposano i nostri progetti;  e infine i Vox Inside il trio live chi ha animato la serata».

Molte le personalità presente del mondo dell’associazionismo, volontariato e della promozione sociale, tra cui Rosario Lopa rappresentante Asi- Associazioni sportive e sociali italiane - Ente di Promozione riconosciuto dal Coni.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA