Agenzia del farmaco, anche Milano fa ricorso contro il sorteggio

ARTICOLI CORRELATI
di Rosario Dimito

Dopo il governo, Milano si muove direttamente per tentare di recuperare l'Ema, l'Agenzia del Farmaco europeo. Martedì 30 alle 17 è in programma la giunta del comune di Milano: all'ordine del giorno, secondo quanto risulta al Messaggero.it, il sindaco Giuseppe Sala ha posto la delibera per impugnare l'assegnazione ad Amsterdam dell'Ema che dovrà lasciare Londra a causa di Brexit. Il ricorso verrà inoltrato al Tribunale di primo grado della Ue, con sede in Lussemburgo.

Sebbene la partita difficilmente potrà avere esito positivo, sul dossier Sala ha messo alcuni legali di valore tra cui Massimo Condinanzi, professore ordinario di diritto dell'Unione europea nella Facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano (titolare dei corsi di Diritto dell'Unione europea e di Diritto del processo e del contenzioso comunitario). L'impugnativa riguarderà la decisione presa al sorteggio a novembre dopo che l'esito del voto tra i paesi europei si concluse alla pari con 13 voto al capoluogo lombardo e 13 alla capitale olandese che adesso ha dichirato di avere delle diffoltà operative nell'ultimare la sede dove trasferire l'Ema entro il 30 marzo 2019, essendo quella provvisoria ritenuta non ottimale. Il governo si rivolgerà alla Corte di giustizia europea tramite l'avvocato Sergio Fiorentino dell'Avvocatura di Stato.

 
Martedì 30 Gennaio 2018, 15:20 - Ultimo aggiornamento: 30-01-2018 19:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP