Coronavirus, emergenza anche in banca: servizi solo su appuntamento, al telefono e online, ridotti gli sportelli aperti

Martedì 24 Marzo 2020
Gente in fila per entrare in banca a Albano, Roma. Foto Luciano Sciurba

Coronavirus, le banche restano operative, anche dopo l'ultimo decreto del governo con una nuova stretta per contenere il contagio, ma riducono sempre di più per sicurezza le filiali aperte e gli orari e invitano a usare i canali on line. L'Abi già nei giorni scorsi aveva invitato a evitare di andare allo sportello e a utilizzare il più possibile i servizi internet e il bancomat. Per evitare assembramenti, alcuni gli istituti gestiscono gli accessi nelle filiali anche solo su appuntamento. Ecco come i principali gruppi del credito italiano hanno reagito all'emergenza Covid-19.

LEGGI ANCHE Ecco il decalogo per operare sicuri sul web 

Intesa Sanpaolo. Dal 17 marzo l’accesso alle filiali avviene esclusivamente su appuntamento. La maggior parte dei servizi sono già assicurati a distanza dalla filiale online (telefonica) e dalla piattaforma digitale di home banking. Inoltre, gli sportelli automatici e bancomat continueranno a mantenere la consueta operatività e accessibilità. Per i clienti sarà possibile richiedere l’appuntamento telefonicamente per le sole operazioni indifferibili e non altrimenti eseguibili attraverso canali alternativi, come gli sportelli automatici, la filiale online e la piattaforma di home banking. «La decisione del Gruppo di ridurre ulteriormente l’apertura delle filiali serve per assicurare la tutela del proprio personale e della propria clientela», sottolinea l'istituto. Intesa Sanpaolo invita infine i clienti a verificare, attraverso il numero verde 800303303 (dall'Italia) e +390118019200 (dall'estero) o sul sito www.intesasanpaolo.com, l’effettiva esigenza di recarsi in filiale per le operazioni che devono fare.
 


Unicredit. L'istituto ha adottato azioni per garantire la copertura del servizio a livello nazionale per i propri clienti, «proteggendo allo stesso tempo la salute sia dei clienti, sia del personale». Un numero limitato di agenzie resterà quindi aperto in ciascuna regione del Paese. L'istituto milanese sta lavorando per rendere tutti i servizi bancari accessibili attraverso canali remoti. L'elenco delle agenzie che resteranno aperte è disponibile sul sito www.unicredit.it e costantemente aggiornato. I servizi di consulenza in Italia saranno effettuati da remoto. I clienti UniCredit possono trovare tutte le informazioni rilevanti su prodotti e servizi, nonché effettuare tutte le principali operazioni bancarie in modo semplice, veloce e sicuro attraverso i canali remoti, quali: Internet Banking, App UniCredit Mobile Banking e Contact Center Telefonico. Le sedi centrali resteranno operative con accesso ridotto del personale per le sole funzioni essenziali all'operatività della banca.

Bnl. L'istituto del gruppo Bnp Paribas da questa settimana ha disposto la chiusura pomeridiana al pubblico di tutti i punti vendita. Chiuse anche circa 120 agenzie, da lunedì 23 marzo, concentrando l’attività sulla filiale capogruppo sempre presente nello stesso comune, mentre 46 agenzie saranno aperte il lunedì e il giovedì solo al mattino sempre in comuni dove Bnl ha almeno un’altra filiale. Disposta ance l’installazione di separatori in plexiglass in modo da tutelare colleghi e clienti con una più rassicurante barriera fisica tra le persone e la diffusione di mascherine cominciando dalle aree più esposte. L'istituto ha poi previsto il potenziamento del canale telefonico 060060 dedicato ai clienti e incentivata la diffusione degli strumenti di digital banking per operare via web e app senza doversi recare in agenzia. L'operatività ordinaria è garantita 7 giorni su 7 nelle 24 ore da 1700 ATM, di cui 1200 multifunzione, che consentono di effettuare versamenti, bonifici, giroconto, ricariche, donazioni, informative. Per imprese, artigiani e famiglie, ci sono poi misure ad hoc di supporto al circolante e proroga pagamento rate. Prevista anche l'estensione del remote working anche ai colleghi delle agenzie per ridurre la presenza nelle sede di lavoro e limitare gli spostamenti e la “Banca del Tempo Solidale” a favore dei colleghi in maggiore difficoltà con bambini fino ai 14 anni o con figli minorenni disabili o affetti da disturbi dell’apprendimento.

Banco Bpm. La maggior parte dell'operatività è garantita tramite i canali digitali e l'on line banking, spiega l'istituto. Su 1.700 filiali, 600 sono chiuse. Oltre 350 aprono due volte la settimana. Le circa 800 restanti lavoreranno con turni settimanali. Un turno è presente, l’altro lavora da casa, svolgendo attività di supporto alla clientela. Altra operatività si svolge attraverso gli sportelli Atm evoluti che evitano l’entrata in filiale e sono operativi a ogni orario. Banco Bpm sottolinea poi che gli aggiornamenti in merito alle decisioni prese vengono trasmessi regolarmente attraverso i cartelli esposti in filiale, i siti internet della banca e i social media.

Mps. Banca Monte dei Paschi di Siena ha adottato da questa settimana nuove misure straordinarie per garantire l’operatività nel contesto dell’emergenza sanitaria in corso e per contribuire, al tempo stesso, a limitare la diffusione del virus Covid-19. A partire dal 23 marzo, le filiali della banca su tutto il territorio nazionale saranno accessibili solo su appuntamento la mattina del lunedì, mercoledì e venerdì. Anche Banca Mps invita i clienti a utilizzare le App e il Digital Banking con cui è possibile consultare i propri rapporti (conto corrente, carte di debito e credito, investimenti, carte prepagate, mutui, prestiti) ed effettuare tutte le operazioni bancarie a distanza. In alternativa, i clienti potranno telefonare direttamente alla propria filiale di riferimento per verificare l’effettiva necessità di recarsi in filiale per le operazioni da svolgere e in tal caso fissare un appuntamento. Per controllare le filiali aperte e i numeri di telefono è possibile consultare la pagina dedicata aggiornata costantemente con tutte le informazioni utili, così come i canali social Facebook, Twitter e LinkedIn. Gli operatori della Banca rispondono, inoltre, al numero verde 800414141 disponibile dall'Italia e al numero +390577382999 per chi chiama dall'estero. Le filiali di Banca Mps garantiranno a tutti i servizi essenziali e saranno contattabili telefonicamente e via mail anche nei giorni di chiusura al pubblico.

UBibanca. Per garantire continuità di servizio alla nostra clientela, e per tutelare al contempo la salute di colleghi e clienti, le filiali di UBI Banca osserveranno la chiusura pomeridiana e resteranno pertanto aperte fino alle ore 12:50. Alcuni sportelli verranno temporaneamente chiusi, ma l’operatività sarà consentita presso la filiale aperta più vicina. Le operazioni di cassa, spiega l'istituto, possono essere comunque effettuate in circolarità su tutte le filiali di Ubi Banca ed è possibile operare tramite i nostri canali diretti, sia nelle filiali (sportelli automatici, aree self service), sia da remoto. L’accesso alle filiali, come disposti dai provvedimenti del governo, è consentito in numero non superiore al personale dipendente dedicato al pubblico presente, solo per il tempo strettamente necessario alle operazioni bancarie e con un cliente in coda per volta, mantenendo la distanza minima di due metri. I clienti sono invitati a sostare nelle specifiche aree di attesa, anche al fine assicurare, come definito dalle autorità sanitarie, il rispetto della distanza minima di due metri dagli altri clienti.

 

Ultimo aggiornamento: 19:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA