Nascono i Cacciatori di Sicilia, il nuovo squadrone di carabinieri a caccia di latitanti

ARTICOLI CORRELATI
di Ebe Pierini

  • 643
Si riconoscono per il loro inconfondibile basco rosso. Nasce lo squadrone carabinieri eliportato “Cacciatori Sicilia”. La cerimonia di istituzione si è svolta questa mattina, presso la base di Sigonella, alla presenza del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, del ministro dell'Interno Marco Minniti, del capo di Stato Maggiore della Difesa, il g enerale Claudio Graziano e del comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, il generale Tullio Del Sette. Il nuovo reparto, dislocato all'interno della base aerea militare, è stato istituito con l’obiettivo di concorrere con i carabinieri che già operano in Sicilia, alle attività sul terreno, forti dell'esperienza maturata in Sardegna e Calabria dove i reparti dei cacciatori perlustrano la Barbagia e l'Aspromonte. Il nuovo squadrone batterà le zone più impervie dell'isola in cerca dei grandi latitanti di Cosa Nostra e per la prevenzione e repressione dei reati in aree rurali. Qualora fosse necessario forniranno supporto nelle operazioni di soccorso in caso di calamità, nelle attività di ricerca e soccorso di persone disperse in zone impervie. Composto di 60 unità si suddivide in due plotoni “Cacciatori” composti da 5 squadriglie da 6 unità ciascuno.


"Ho dato immediatamente il mio assenso a questa iniziativa perché l'idea di istituire lo squadrone, capacità operativa particolarmente selezionata e preparata, era un segno fondamentale della volontà dello Stato, del Governo di continuare la lotta al crimine organizzato” ha dichiarato il ministro Pinotti che ha anche sottolineato come, dal mese di gennaio 2016 ad oggi, siano state arrestate più di 300 persone per associazione mafiosa e siano stati confiscati patrimoni per un miliardo e 300 milioni di euro e come vengano impiegati in operazioni antiterrorismo più di 7.000 militari. "Anche per il G7 Taormina avremo dispositivo al quale la Difesa darà contributo con 2900 militari" ha aggiunto. Non è mancato un riferimento all'impegno dei carabinieri anche all'estero. I militari dell'Arma sono attualmente impegnati in Iraq ed in Africa nella formazione delle forze di polizia locali. É stato il ministro ha consegnare l'omerale al comandante dello squadrone. “Considero molto importante la costituzione dello squadrone "Cacciatori Sicilia", che insieme con gli altri due squadroni, Calabria e Sardegna, costituiscono oggi una spina dorsale molto importante del principio di proiettabilità: l’idea di usare le truppe d’élite per quanto riguarda l’elemento fondamentale della sicurezza nazionale” ha dichiarato il ministro Minniti. “É significativo che questa nuova unità di Cacciatori di Sicilia sia stata dislocata nella base di Sigonella che è una delle principali basi aereo navali militari italiane nel mediterraneo e probabilmente in questo momento una delle principali basi operativa nel mondo per il contrasto al terrorismo,per la sicurezza internazionale per la sicurezza interna" ha aggiunto il capo di Stato Maggiore della Difesa, Graziano. 
Sabato 13 Maggio 2017, 19:54 - Ultimo aggiornamento: 13-05-2017 19:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP