Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Rubata l'auto al presidente del Coni Malagò, ritrovata sull'A1 a Roccasecca: denunciati quattro campani

Mercoledì 13 Luglio 2022 di Vincenzo Caramadre
Giovanni Malagò, presidente del Coni

Alle 23 circa di lunedì scorso l'auto, una Maserati Levante blu, del presidente del Coni Giovanni Malagò è stata parcheggiata dal suo autista in zona Parioli a Roma. Qualche ora dopo è stata rubata. I ladri a bordo della fiammante Maserati hanno percorso poco più di 120 chilometri sull'A1 in direzione Sud, poi l'hanno abbandonata perchè la scorta di carburante era al minimo. Gli autori del furto si sono allontanati dalle corsie A1, nel tratto che attraversa la Ciociaria, scavalcando le barrirere con l'intenzione di ritornare a prenderla con una scorta di carburante in una tanica o con un carro attrezzi. Ma non hanno fatto in tempo, nel cuore della notte di martedì, infatti, è stata ritrovata, al chilometro 653, nel territorio di Roccasecca. 

Sul posto è intervenuta la polizia stradale, mentre all'esterno dell'A1 sono state allertate le pattuglie dei carabinieri della compagnia di Pontecorvo, dirette dal capitano Bartolo Taglietti. Proprio gli uomini dell'Arma hanno intercettato un'auto una Ford Focus (poi risultata presa a noleggio), nelle vie che costeggiano l'autostrada tra Castrocielo e Roccasecca, con quattro persone a bordo. Sono state bloccate e identificate: si tratta di quattro campani, ritenuti gli autori del colpo. Per tutti è scattata la denuncia a piede libero per ricettazione e possesso di oggetti atti allo scasso, mentre la Maserati è stata recuperata e riconsegnata al presidente del Coni Malagò, assieme al telefono che era nell'auto. 

Ultimo aggiornamento: 14:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA