Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ehud Arye Laniado, magnate dei diamanti, muore durante l'intervento per allungare il pene

Giovedì 7 Marzo 2019 di Marta Ferraro
Muore Ehud Arye Laniado, il magnate dei diamanti durante un'operazione chirurgica per l'allungamento del pene

Ehud Arye Laniado, un magnate belga israeliano, è morto in Francia per un attacco di cuore durante un'operazione per allungare il pene, secondo quanto riferisce The Daily Mail.

Il multimiliardario 65enne era stato operato il 2 marzo scorso in una clinica privata, situata sull'Avenue des Champs Elysees a Parigi, quando si è verificato il tragico evento. Secondo il giornale, il malore è avvenuto quando gli è stata iniettata una sostanza nei genitali.

La sua azienda, Omega Diamonds, ha confermato la morte dell'imprenditore. È stato riferito che Ehud Arye Laniado sarà sepolto in Israele, sua terra natale.

Il magnate è noto per aver venduto nel 2015 il diamante più costoso del mondo, detto la Luna blu di Josephine, che ha acquisito un uomo d'affari di Hong Kong per 48,4 milioni di dollari. Nel 2013 è stato accusato di evasione fiscale e per evitare il processo ha accettato di pagare 160 milioni di euro.

Gli amici del defunto, citati da The Daily Mail, ricordano che, nonostante la sua ricchezza, l'uomo soffriva di un complesso legato alla sua statura.

Ultimo aggiornamento: 16:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA