Ricerca, l'Italia “corre” per accelerare
gli studi sui tumori pediatrici

Sabato 25 Settembre 2021
Ricerca, l'Italia “corre” per accelerare gli studi sui tumori pediatrici

Domenica 26 settembre l’Italia correrà per accelerare la ricerca sui tumori pediatrici. Al Parco Idroscalo di Milano Fiagop promuove la prima edizione di “Io corro per loro - bambini senza cancro”, dalle ore 9 alle ore 14, per sostenere il bando europeo di ricerca Fight Kids Cancer con i proventi delle donazioni liberali degli iscritti. La corsa non è competitiva ed è aperta a tutti: runners, amatori, famiglie. Non solo corsa, all’Idroscalo sarà allestito un villaggio con animazione, MTB Show. Sono previsti collegamenti in streaming che le altre corse europee che si correranno in contemporanea in Belgio, Francia e Lussemburgo a cura di associazioni di genitori in rete con Fiagop. Per informazioni, iscrizioni, e donazioni: www.iocorroperloro.it. Le iscrizioni sono aperte fino alla mezzanotte del 24/09, ma si potrà continuare a donare sul sito fino al 30 settembre. Tutte le donazioni andranno alla ricerca, nessun euro sarà utilizzato da Fiagop per l’organizzazione dell’evento, che è reso possibile grazie al sostegno di Esselunga e di altri partners.

L’iniziativa “Io Corro per Loro – Bambini senza cancro” conclude la settimana di sensibilizzazione e informazione sui tumori pediatrici “Accendi d’Oro, accendi la speranza”, promossa da FIAGOP dal 20 al 26 settembre in occasione del “Settembre d’Oro mondiale dell’oncoematologia pediatrica - Childhood Cancer Awareness Month”. In questa settimana le associazioni locali federate Fiagop faranno risplendere di luce dorata monumenti e punti iconici del Paese e doneranno un Nastro dorato, simbolo della lotta al cancro pediatrico. Chi lo indossa riconosce apertamente la forza, il coraggio e la resilienza dei bambini affetti da tumore. Saranno impegnate nell’iniziativa “Ti voglio una sacca di bene” che si terrà presso i principali centri trasfusionali del Paese per donare sangue ed emocomponenti da destinare in particolare all’oncoematologia pediatrica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA