Zona bianca e gialla, ecco come si decide il colore delle regioni: criteri e parametri

Venerdì 20 Agosto 2021 di Mario Landi
Zona bianca e gialla, come si decide il colore delle regioni

Zona bianca o zona gialla? Come si fa a restare in zona bianca? Basta aumentare i posti letto nei reparti di terapia intensiva. O basta che il numero dei ricoverati non superi una certa soglia. Vediamo come. Il Ministero della Salute, a seguito del decreto 105 del 23 luglio, articolo 2, comma 2, ad inizio agosto ha completato, con ciascuna regione, il monitoraggio del numero dei posti letto in terapia intensiva a disposizione negli ospedali. Il numero, dopo una verifica da parte del ministero, è stato comunicato alla Cabina di Regia istituita dal decreto 30 aprile 2020 per il calcolo settimanale della percentuale di posti in terapia intensiva occupati al martedì che può determinare il «cambio di colore» delle Regioni.

 

Zona bianca e gialla, come si decide il colore delle regioni

E allora il caso Sicilia? Dal monitoraggio settimanale dell’Iss risulta in Sicilia una percentuale di posti letto in terapia intensiva di qualche decimale al di sotto della soglia critica del 10 per cento. Le stime di Agenas confermavano l’11 per cento ma poi sono state ritoccate al ribasso. Ecco perché è potuta rimanere in zona bianca. Nonostante i ricoveri in terapia intensiva siano raddoppiati in due settimane. Il monitoraggio settimanale con tutta probabilità si sta mostrando troppo lento nei confronti della variante Delta che ha due caratteristiche: si diffonde molto velocemente ed è molto contagiosa.   

Ma i posti letto possono aumentare

Il numero di posti letto disponibili in terapia intensiva, secondo il decreto 105, può essere aggiornato con cadenza mensile sulla base dei posti letto aggiuntivi che non incidano su quelli già esistenti e destinati ad altre attività. Oltre al monitoraggio indicato dal decreto 105, viene compiuta una rilevazione giornaliera dei posti letto occupati in terapia intensiva, numero che naturalmente risente di frequenti variazioni e che viene considerato nell'analisi della situazione epidemiologica ma non nella determinazione dei «cambi di colore» delle Regioni. Il conteggio quotidiano, ad esempio, è il parametro che viene utilizzato ed elaborato dall'Agenas, l'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, che, ogni giorno riporta l'andamento delle occupazioni dei posti letto indicate dalle Regioni e che stimava la Sicilia al 10% di riempimento delle terapie intensive a martedì 17 contro il dato del 9,2% fissato oggi dalla Cabina di Regia sempre relativamente a martedì 17 agosto.

 

Ultimo aggiornamento: 15:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA