Venezia, in chiesa arriva il pos: offerte con il bancomat e carta di credito

Venezia, in chiesa arriva il pos: offerte con il bancomat
12
  • 36546
«No, non mi aspettavo una reazione così critica da parte dei cittadini. Ma, forse, potevo immaginarlo: il primo a fare un'offerta con carta di credito è stato un turista straniero». Monsignor Adriano Tessarollo, vescovo di Chioggia, non è nuovo ai confronti mediatici e quando si è diffusa la notizia dell'installazione, in tre chiese del centro, di apparecchi Pos per la raccolta delle offerte con il bancomat e carte di credito, come racconta Il Gazzettino, è intervenuto personalmente a spiegare, a fedeli e non, il senso di questa iniziativa, tra le primissime del genere in Italia, mentre all'estero il sistema è più diffuso. Del resto, che la cosa facesse clamore era inevitabile, perché il momento del lancio del nuovo servizio è stato scelto proprio in concomitanza con il Festival della comunicazione, iniziativa di rilevanza nazionale.
Lunedì 20 Maggio 2019, 17:25 - Ultimo aggiornamento: 20-05-2019 18:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2019-05-21 12:49:31
Così adesso zzi prevete sa anche nome, cognome ed importo che ogni fedele devolve! Un plauso a zzi prevete
2019-05-21 12:45:41
stupidi pregiudizi, per far funzionare una chiesa CI VOGLIONO I SOLDI, nella chiesa che frequento ,non si può suonare la campana perché non ci sono 400 euro per aggiustarla!!!!!!! come ha detto qualcuno "SENZASOLDI NON SI CANTANO MESSE!!!!!!!!!!!!!!!!!!"
2019-05-21 12:13:17
La benedizione vi sarà direttamente accreditata sul prossimo estratto conto.
2019-05-21 10:16:50
il denaro è la farina del diavolo, la farina del diavolo va tutta in crusca, è chiaro che questo antico detto popolare non vale per chi è già un diavolo......
2019-05-21 09:16:29
se vuoi fare un opera buona dai ad un poveretto per strada o ad una famiglia bisognosa....

QUICKMAP