CORONAVIRUS

Coronavirus nel Lazio 19 nuovi casi positivi. Sorveglianza domiciliare per 5.124

Martedì 10 Marzo 2020
Coronavirus Roma, allo Spallanzani ricoveri in calo: 60 casi, 10 in rianimazione. Nel Lazio 19 positivi

Sono 81 i ricoverati per Coronavirus all'ospedale Spallanzani di Roma. I pazienti positivi al Covid-19 sono 60 e di questi 10 si trovano in terapia intensiva perché necessitano di supporto respiratorio. In particolare per alcuni di loro Il quadro clinico è stabile o in netto miglioramento. I pazienti in osservazione sono 19. Questi i numeri dell'ultimo bollettino diffuso dal nosocomio che sottolinea come i ricoveri siano in calo (ieri erano 88, 65 i positivi).

I dati nel Lazio. Nel Lazio sono 125 i casi risultati positivi al Covid-19, mentre 5.124 persone, in totale, sono in sorveglianza domiciliare. È quanto emerge dal report delle singole Aziende sanitarie locali del Lazio, reso noto al termine della task force dei direttori generali della Asl, che si tiene in videoconferenza con l'assessore regionale della Sanità e integrazione sociosanitaria Alessio D'Amato. Nel dettaglio, nella Asl Roma 1 ci sono 252 persone in sorveglianza domiciliare, 43 ne sono invece uscite. Sono 3 i casi risultati positivi al Covid-19. Nella Asl Roma 2 ci sono 987 persone in sorveglianza domiciliare, quasi il doppio rispetto a ieri. Nessun nuovo positivo al Covid-19, restano quindi in 20 le persone con il coronavirus. Nella Asl Roma 3 sono 70 le persone uscite dalla sorveglianza domiciliare, e ne restano 350. Ieri era stato registrato un caso positivo che si trova in sorveglianza domiciliare. Nella Asl Roma 4 ci sono 122 persone in sorveglianza domiciliare, 58 persone ne sono uscite. Ai tre casi positivi al Covid-19 (uno con link epidemiologico con il nord Italia in sorveglianza domiciliare e una coppia in isolamento all'ospedale di Civitavecchia) se ne aggiunge un altro.

Nella Asl Roma 5 ci sono 1.104 persone in sorveglianza domiciliare, 45 ne sono usciti. Non ci sono nuovi casi positivi al coronavirus ad eccezione dei 9 registrati ieri. Sono 2 i posti di terapia intensiva attivabili. Nella Asl Roma 6 ci sono 748 persone in sorveglianza domiciliare e 26 casi positivi al coronavirus dei quali è stato ricostruito link epidemiologico, di questi 5 sono risultati positivi oggi. Nella Asl di Latina ci sono 876 persone in sorveglianza domiciliare e due casi positivi al Covid-19 che si aggiungono ai 38 di ieri. Un uomo di 83 anni è morto all'ospedale Goretti arrivato dall'Rsa di Cassino. Nella Asl di Frosinone, invece, ci sono 319 persone in sorveglianza domiciliare, 9 ne sono usciti. Ci sono cinque nuovi positivi al Covid-19, per un totale di 16. Ancora, nella Asl di Viterbo ci sono 152 persone in sorveglianza domiciliare più 97 in sorveglianza alla Casa dello studente. Oltre al medico, che è stato ricoverato nel reparto di malattie infettive, si registrano tre nuovi casi. Infine, nella Asl di Rieti ci sono 117 persone in sorveglianza domiciliare. Nessun nuovo positivo oltre alle tre persone di ieri. Dal 16 Marzo 8 posti letto di terapia intensiva in più.

In merito alla situazione nelle Asl e nelle aziende ospedaliere, al Policlinico Umberto I: una paziente è guarita e risulta negativizzata al Covid-19. Nell'azienda ospedaliera San Giovanni: 78 operatori sanitari sono usciti dalla sorveglianza domiciliare, mentre all'ospedale Sant'Andrea domani saranno attivati 10 posti di malattie infettive e il 13 marzo saranno attivati 10 posti di pneumologia. All'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani, stasera verranno attivati altri 5 posti di terapia intensiva. Inoltre, 14 pazienti saranno trasferiti alla Cecchignola. Al Policlinico Campus Biomedico è stato attivato il laboratorio per effettuare i test e sono stati fatti i primi 100 tamponi. Ci sono a disposizione 2.000 camici impermeabili per la rete regionale. Ancora, al Policlinico Gemelli lunedì saranno pronti 21 posti di terapia intensiva e 28 posti di ricovero per Covid-19 hospital 2. Per quanto riguarda l'Ares 118: sarà raddoppiata la disponibilità di operatori per il numero verde 800.118.800 nelle prossime 48 ore. È stato registrato un calo accessi ai pronto soccorso regionali del 25 per cento, in alcune strutture la riduzione è arrivata al 50 per cento. L'Ifo ha dato disponibilità per i ricoveri oncologici per la rete regionale e sarà preso in carico di un paziente dalla Lombardia. Inoltre, all'ospedale San Camillo venerdì apre il reparto per sorveglianza Covid-19. Infine, al Policlinico Tor Vergata giovedì ci saranno 8 posti in più per i ricoverati positivi al coronavirus.


LEGGI ANCHE Coronavirus, ultime notizie

I dati dello Spallanzani. «In giornata - aggiungono dallo Spallanzani - sono previste ulteriori dimissioni di pazienti già negativi al primo test e comunque asintomatici». I pazienti dimessi, che hanno superato la fase clinica e che sono negativi per la ricerca dell’acido nucleico del nuovo coronavirus sono 283. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso la struttura militare della Cecchignola sono 14 a questa mattina.

L'EDITORIALE Troppe falle: lo Stato imponga la sua legge - di Virman Cusenza

Lo Spallanzani evidenzia come a fronte di un potenziamento della ricettività potenziale dell’Istituto, i ricoveri ad oggi risultano in lieve flessione mentre aumenta la capacità di dimissione e gestione a domicilio grazie alla collaborazione delle strutture territoriali delle Asl ed alla Sanità Militare.

Si è appena conclusa alla presenza dell'assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato l’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl. La situazione nelle Asl e A.O:
Asl Roma 1 – 3 i nuovi casi positivi. 43 le persone uscite dalla sorveglianza domiciliare mentre 252 persone restano in sorveglianza domiciliare;
Asl Roma 2 – Nessun nuovo caso positivo. 987 le persone in sorveglianza domiciliare;
Asl Roma 3 – Nessun nuovo caso positivo. 70 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare, ne restano in sorveglianza 350;
Asl Roma 4 –1 nuovo caso positivo. 58 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare, ne restano in sorveglianza 122;
Asl Roma 5 – Nessun nuovo caso positivo. 45 le persone uscite dalla sorveglianza domiciliare, ne restano in sorveglianza domiciliare 1.104. 2 i posti di terapia intensiva attivabili;
Asl Roma 6 –5 nuovi casi positivi. 748 le persone in sorveglianza domiciliare;
Asl di Latina –2 nuovi casi. Deceduto un uomo di 83 anni all’Ospedale Goretti arrivato da RSA di Cassino. 876 le persone in sorveglianza domiciliare;
Asl di Frosinone – 5 nuovi casi positivi. 9 usciti dalla sorveglianza domiciliare, ne restano 319 in sorveglianza;
Asl di Viterbo – 3 nuovi casi positivi. 152 in sorveglianza domiciliare più 97 in sorveglianza alla Casa dello Studente;
Asl di Rieti – Nessun nuovo caso positivo. 117 le persone in sorveglianza domiciliare. Dal 16 Marzo 8 posti letto di terapia intensiva in più.


 

Policlinico Umberto I: Una paziente negativizzata;
Azienda Ospedaliera San Giovanni: 78 operatori sanitari usciti dalla sorveglianza domiciliare;
Azienda Ospedaliera Sant’Andrea: Domani saranno attivati 10 posti di malattie infettive. Il 13 Marzo saranno attivati 10 posti di pneumologia;
Spallanzani: Stasera verranno attivati altri 5 posti di terapia intensiva. 14 pazienti trasferiti alla Cecchignola;
Policlinico Campus Biomedico: Attivato il laboratorio. Primi 100 tamponi fatti. A disposizione 2.000 camici impermeabili per la rete regionale;
Policlinico Gemelli: lunedì pronti 21 posti di terapia intensiva e 28 posti di ricovero per COVID-19 Hospital 2;
Ares 118: Raddoppio del numero verde 800.118.800 nelle prossime 48 ore. Calo accessi ai Pronto Soccorso regionali del 25%, in alcune strutture la riduzione arriva al 50%;
IFO: Disponibilità ricoveri oncologici per la rete regionale. Disponibilità presa in carico di un paziente dalla Lombardia;
A.O. San Camillo: venerdì apre il reparto per sorveglianza COVID-19;
Policlinico Tor Vergata: Giovedì 8 posti in più per COVID-19.

Ultimo aggiornamento: 11 Marzo, 09:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA