La vera Forcella,
i tesori oltre il degrado

di Andrea Ruberto con Marco Perillo

1
  • 347
Forcella, un quartiere troppo spesso sbattuto sulle prime pagine per episodi di cronaca nera, nasconde in sé molto più di quanto non colpisca l’occhio. Si tratta infatti di un luogo in cui è transitata la storia, un quartiere sacro che, prima di conoscere il degrado, fu abitato da nobili e regine.

Forcella conserva innumerevoli testimonianze dell’antico splendore, a partire dall’ex convento di Sant’Arcangelo a Baiano, teatro nel 500 di una delle più orrende vicende della Napoli Vicereale, passando per le corti di nobili illustri, fino ai luoghi attraversati dalla regina Giovanna e da suo fratello, re Ladislao. Memorie di ciò che fu Forcella e che oggi ci aiutano a intravedere, nascosta tra il degrado che ricopre la superficie, una sconfinata bellezza.
 
Domenica 24 Marzo 2019, 08:42 - Ultimo aggiornamento: 15 Aprile, 09:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-03-24 15:01:19
Forcella e la Sanità, Scampia, Barra, Piscinola sempre peggio, altro che risorgimento delle periferie. Falsa propaganda, visto che la anarchia totale dei cittadini incivili, alimentata dalle assenti Istituzioni, che consentono l'occupazione abusiva di strade e vicoli ostaggi e chiusi da veicoli, masserizie, scaffali e sporcizia varia da parte dei residenti. Che metodo è? Peggio di quello mafioso, messo in opera da persone "normali" cittadini, commercianti, artigiani presunti criminali e mezzi criminali. FATTI oscurati dai media in concorso ai politici e vertici di ogni classe e categoria, ai quali lo STATUS quo va bene, PIÙ che bene

QUICKMAP