Anziano muore investito a Salerno,
scontro tra tir sul viadotto: traffico in tilt

Mercoledì 24 Novembre 2021 di Gianluca Sollazzo
Anziano muore investito a Salerno, scontro tra tir sul viadotto: traffico in tilt

Strade killer. Un morto e città paralizzata: è il bilancio di due gravi incidenti avvenuti ieri che hanno mandato in tilt la circolazione. A perdere la vita in un investimento a piazza della Concordia è un 83enne: l’anziano è deceduto subito dopo il trasferimento all’ospedale Ruggi d’Aragona. Troppo gravi le ferite interne riportate nell’impatto. L’altro incidente, che per fortuna non ha avuto feriti, è avvenuto alle 7 di ieri in via Fra’ Generoso, sul viadotto Gatto tra la galleria San Leo e il bivio che conduce a Croce. L’impatto è avvenuto tra due mezzi pesanti che viaggiavano in direzioni opposte. Fortunatamente non si sono registrati feriti. Ma i disagi alla circolazione sono stati gravi. La città è piombata nel caos per più di 5 ore: ai disagi derivanti dall’incidente si sono aggiunti anche i rallentamenti per l’ingresso a scuola degli studenti, con disagi critici davanti alle scuole del centro su via Roma, via Trieste e via Calenda. 

Molti i salernitani rimasti nel traffico per ore, anche insegnanti che si stavano recando a lavoro. Sul luogo dell’impatto sono giunti la polizia municipale e gli agenti della polizia stradale che hanno lavorato senza sosta per ripristinare la circolazione del traffico. Successivamente allo scontro tra i due mezzi pesanti si è verificato un ingente sversamento di olio sull’asfalto, che ha reso impossibile ripristinare la circolazione delle vetture in sicurezza. Proprio per questo motivo, i vigili urbani, intervenuti sul luogo dell’impatto, sono dovuti scendere dalla vettura di servizio per recarsi a piedi in prossimità dei mezzi pesanti. La presenza dei mezzi pesanti non solo ha causato il blocco dell’arteria su cui è avvenuto l’incidente, ma anche di molte altre strade, generando un traffico a catena. In direzione sud, il raccordo Salerno-Avellino è stato paralizzato per quasi tre ore. Disagi e code anche sulla Salerno-Reggio Calabria da San Mango Piemonte. Traffico in tilt, con una coda di 5 km, anche sull’autostrada A30 Caserta-Salerno. L’incidente tra i due tir ha causato quindi ingorghi non soltanto sui principali assi autostradali, ma anche della viabilità ordinaria della città di Salerno: traffico bloccato in zona Carmine, via Irno, via Trieste, via Roma e a Fratte. 

L’incidente nei pressi del Viadotto Gatto riaccende le polemiche in città, con il consigliere della Lega Dante Santoro che sul tema ha sempre mantenuto alta l’attenzione. «La viabilità negata ed il diritto alla mobilità leso da anni a Salerno sono uno dei disastri che ci troviamo a fronteggiare dopo anni di amministrazione delle vergogne – attacca Santoro - Il Viadotto Gatto dopo mie strenue battaglie ha ricevuto una minima, ma non bastevole, manutenzione ma quando si vedrà un piano traffico vero una volta per tutte e si avrà anche una implementazione del corpo della polizia municipale a servizio della viabilità? Domande queste che poniamo da tempo, ma con il nuovo corso restano i vecchi rumorosi silenzi». 

Video

Un altro incidente a piazza della Concordia è costato la vita ad un 83enne: la vittima stava attraversando la strada quando è stato falciato da un’auto guidata da un 70enne. L’83enne è caduto a terra sbattendo la testa. Sul posto i medici del 118 giunti in ambulanza che hanno provveduto a trasferire d’urgenza l’anziano all’ospedale Ruggi, dove è morto subito dopo a causa delle gravi ferite interne. Sull’investimento indaga la Polizia municipale per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. L’investitore, che viaggiava in auto, si è fermato per prestare i primi soccorsi alla vittima ed è stato ascoltato dalla Polizia municipale, agli ordini del comandante Rosario Battipaglia: la posizione del conducente dell’auto è adesso al vaglio della Procura. Disagi si sono registrati in piazza della Concordia con rallentamenti determinati dalle operazioni di ricostruzione della dinamica dell’incidente. Il decesso dell’83enne allunga la scia di sangue sulle strade. È il secondo morto in pochi giorni sulle strade - il terzo nel 2021 - dopo il 28enne Luigi D’Urso travolto da un’auto in sella ad una moto su Corso Garibaldi. Sono 40 i pedoni investiti a Salerno da gennaio scorso. 

Ultimo aggiornamento: 11:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA