CORONAVIRUS

Pizze a domicilio, il sindaco cilentano di FdI
anticipa De Luca: «Vince il buon senso»

Mercoledì 22 Aprile 2020 di ​Antonietta Nicodemo
Pizze a domicilio, il sindaco cilentano di FdI anticipa De Luca: «Vince il buon senso»

Il sindaco di Santa Marina Giovanni Fortunato sfida De Luca, anticipandolo sulla consegna a domicilio di pizze e cibi cotti. Unico sindaco di FdI nel basso Salernitano, con una fuga in avanti sull’asporto riprende la sua campagna elettorale interrotta dall’emergenza coronavirus. A partire dal 25 aprile, a Santa Marina sarà consentita ai ristoranti e alle pizzerie la consegna a domicilio del cibo, purché nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto e nel rispetto delle misure precauzionali. Un’ordinanza, quella di Fortunato, che anticipa di qualche ora quella di De Luca, che prevede la ripartenza della consegna a domicilio dal 27 aprile. «È un modo – spiega il sindaco - per permettere all’economia di ripartire. Ed è una decisione che è stata assunta anche tenendo conto che nel mio comune e in quelli limitrofi non ci sono casi di infezione da covid. Chiaramente dovranno essere rispettate tutte le misure precauzionali».

Il sindaco annuncia l’entrata in vigore della sua ordinanza con una foto su fb che sembra lanciare la sua discesa in campo per la Regione. Sullo sfondo i colori della bandiera italiana, su cui campeggia la frase: «Fortunato sfida De Luca». E a seguire lo slogan: «riprendiamoci la nostra identità, riprendiamoci la nostra storia». Al centro, lui in mascherina con il tricolore davanti a una pizza e a un piatto pronto su cui servirla. L’iniziativa piace a Stefano Caldoro, capo dell’opposizione in Regione: «È un’ordinanza di assoluto buonsenso, un atto di intelligente disobbedienza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA