Raid al parchimetro per rubare
monete: minori incastrati dai video

Sabato 19 Giugno 2021 di Nello Ferrigno
Raid al parchimetro per rubare monete: minori incastrati dai video

Sono stati inchiodati dalle immagini di videosorveglianza del parcheggio a ridosso del parco giochi di via Rea a Nocera Inferiore. Sono le 21,45 di martedì 15 giugno. Sono in quattro, riescono a sradicare il parchimetro dalla piattaforma di cemento che lo teneva ancorato al suolo. Lo prendono tra le braccia e lo portano in un angolo dell’area di sosta per avere maggiore riservatezza mentre tentano di scassinarlo e rubare i soldi della sosta. Passano dei minuti, forse si rendono conto che senza strumenti adatti allo scasso l’impresa è complicata. Ma sono stati anche disturbati da un passante che doveva prendere la sua automobile. I quattro abbandonano il parchimetro e raggiungono i sei amici, c’è anche una ragazza, che erano rimasti a guardare appoggiati al muro di cemento che funge da sponda di contenimento del torrente Solofrana.


IL RIMBORSO 
La gang, dovrebbero essere tutti minorenni, prendono poi la strada che porta al sottopasso pedonale di via Bosco Lucarelli per raggiungere il centro della città come se nulla fosse successo. Continuano a chiacchierare, spintonandosi tra di loro. Anche nel tunnel fanno danni nonostante la presenza di un moderno impianto di telecamere. Il sottopassaggio è stato ristrutturato e inaugurato alcuni mesi fa. Scaricano la loro noia sull’impianto di servoscala installato pochi giorni prima ad uso dei disabili per scendere e salire nel sottopasso e poter attraversare la linea ferroviaria. Il filmato è stato visionato dagli agenti della polizia locale guidata dal comandante Carmine Bucciero. Per individuare i vandali è stata chiesta anche la collaborazione dei carabinieri. E i risultati sono già arrivati. Sembra che quasi tutti i componenti della banda siano stati identificati.

Nelle prossime ore i carabinieri potrebbero bussare alle loro case, in arrivo denunce e rimborso dei danni provocati. Quasi certamente per i genitori sarà un’amara sorpresa scoprire le gesta dei ragazzi. Secondo alcuni automobilisti, che abitualmente utilizzano il parcheggio preso di mira, il gruppo staziona spesso in quella zona. Non è tardato ad arrivare il monito dell’amministrazione comunale.

«Il mio messaggio, non solo come vice sindaco e assessore alle Politiche giovanili ma come ragazza - ha detto Federica Fortino – è di ribadire che il territorio è nostro e dobbiamo essere noi a preservarlo. Purtroppo si stanno verificando troppo spesso atti vandalici, come ad esempio il furto del defibrillatore in Piazza del Corso, le monetine rubate nei distributori automatici delle scuole, purtroppo sempre riconducibili a giovani. Non ultimo i caroselli notturni di auto strombazzanti durante la movida. È triste, anche perché i giovani dovrebbero essere il motore del territorio e aiutare istituzioni e forze dell’ordine».

Ultimo aggiornamento: 10:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA