Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Pillola Merck approvata in GB: ecco come funziona il molnupiravir (e quando è più efficace)

Potrà essere assunta dagli adulti positivi a Sars-CoV-2 che presentano almeno un fattore di rischio per lo sviluppo della malattia grave

Giovedì 4 Novembre 2021
Pillola Merck approvata in GB: ecco come funziona il molnupiravir (e quando è più efficace)

Il Regno Unito è il primo paese nel mondo ad avere approvato l’uso della pillola anti-Covid molnupiravir. Il farmaco antivirale è prodotto da Merck & Co in partnership con Ridgeback Biotherapeutics. La Mhra, l’Agenzia del farmaco del Regno Unito, ha autorizzato la pillola per il trattamento della malattia da lieve a moderata negli adulti che sono risultati positivi al Covid e presentano almeno un fattore di rischio di sviluppare la malattia in forma grave, per obesità, età avanzata, diabete o malattie cardiovascolari.

Pandemia torna a correre in Europa, allarme OMS

Stati Uniti, obbligo di vaccino dal 4 gennaio per i dipendenti delle grandi aziende


Per Sajid Javid, ministro della Sanità britannico, «è un giorno storico per il nostro Paese perché il Regno Unito diventa il primo Paese al mondo ad aver approvato un antivirale contro il Covid-19 che può essere assunto a casa». Il molnupiravir, nello studio clinico di fase 3, che è stato eseguito su 775 pazienti, si è dimostrato nettamente efficace nel combattere la malattia: ha dimezzato il rischio di ospedalizzazione e morte nei pazienti adulti con Covid lieve e moderato non vaccinati e a rischio di sviluppare una forma grave di infezione. Nell’80% dei casi, si trattava di persone che avevano contratto le varianti Delta, Gamma e Mu. Commentando questi risultati, l’immunologo Anthony Fauci, consulente della Casa Bianca per la pandemia, li aveva definiti «impressionanti». Il reclutamento dei volontari per la sperimentazione è stato interrotto per la netta superiorità del farmaco rispetto al placebo.

 


Pillola Merck, come funziona

I ricercatori della Emory University di Atlanta lavorano al molnupiravir dal 2013. Con l’esplosione della pandemia hanno capito che il principio attivo del farmaco poteva funzionare come terapia anti-influenzale. Contrariamente ai principali vaccini somministrati, il farmaco di Merck & Co. non bersaglia la proteina spike del virus, in grado di mutare, quindi sembra essere efficace indipendentemente dalle varianti. Il molnupiravir agisce infatti contro la polimerasi virale, un enzima di cui il virus ha bisogno per replicarsi. Il farmaco impedisce proprio il processo di duplicazione. Viene somministrato per via orale: quattro pillole al giorno per cinque giorni. È particolarmente efficace se usato nelle prime fasi dell’infezione, entro pochi giorni dalla comparsa dei sintomi. Ogni ciclo di terapia costerà 700 dollari.

Ultimo aggiornamento: 5 Novembre, 08:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA