Mascherina obbligatoria a scuola, i pediatri: «Nessun rischio per i bimbi»

Giovedì 12 Novembre 2020

Va bene quella chirurgica e quella personalizzabile. Ma, una regola devono ricordare i genitori: deve essere cambiata ogni giorno se si tratta della usa e getta e lavata in lavatrice tutte le sere se di stoffa. Sono poche le norme da seguire per i più piccoli che, come gli adulti, devono proteggersi naso e bocca. A scuola e in tutti i luoghi dove il distanziamento potrebbe non essere corretto. All’entrata e all’uscita della scuola, negli spazi comuni. La mascherina non è obbligatoria per chi è al di sotto dei 6 anni e per quei bambini con forme di disabilità non compatibili con l’uso della protezione. «Indossarla non indebolisce il sistema immunitario dei piccoli - spiegano alla Società italiana di pediatria - come è stato erroneamente divulgato. Né aumenta la possibilità di ammalarsi. Dobbiamo sempre tenere a mente che la mascherina previene il diffondersi delle infezioni e va portata dai bambini per evitare la trasmissione del coronavirus tra asintomatici». Può, ovviamente, essere tolta per bere e mangiare e in tutte le occasioni in cui si sta all’aria aperta e si può stare abbastanza lontani. È importante, secondo gli specialisti, spiegare anche ai più piccoli il significato di quella protezione senza generare ansia e allarme. Si potrebbe far diventare la mascherina un indumento che si indossa per travestirsi e fare un nuovo gioco. Da mettere sul viso con grande attenzione.

«Mantenere sani i polmoni di tuo figlio è importante! Le mascherine non danneggiano i polmoni, mentre le infezioni respiratorie come Covid-19 possono farlo». Un messaggio alle mamme arriva dall’immunologa dell’università di Padova Antonella Viola, direttrice scientifica dell’Istituto di ricerca pediatrica Città della Speranza. Che aggiunge: «Le mascherine sono realizzate con materiali traspiranti che non bloccano l’ossigeno. Sicuramente non influenzeranno la capacità del bambino di concentrarsi o imparare a scuola». In molte scuole si comincia consigliare l’uso generalizzato della mascherina trasparente per bambini e insegnanti. Permettono di leggere il labiale facilitando la comprensione e il dialogo anche in caso di alunni non udenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA