Al Bano a Verissimo, la figlia Romina: «Non parlo di mia sorella Ylenia, se papà vuole non gli tappo la bocca»

Sabato 8 Febbraio 2020
Al Bano a Verissimo, la figlia Romina: «Non parlo di mia sorella Ylenia, se papà vuole non gli tappo la bocca»

Al Bano e la figlia Romina Junior sono stati ospiti a Verissimo per parlare della loro famiglia e degli ultimi progetti.  Silvia Toffanin ha provato a chiedere, con la consueta delicatezza, anche di Ylenia, la primogenita del cantante scomparsa in circostanze misteriose nel 1994. Ferma e chiara la 30enne ha manifestato l'intenzione di non rispondere: «Io non ne parlo, perché non è un argomento, a mio avviso, che si può trattare in maniera colloquiale, se ne vuole parlare lui io non gli tappo la bocca».

LEGGI ANCHE Verissimo, la commozione di Alfonso Signorini: «Mi manca un figlio, il biglietto di mio papà lo porto sempre con me»

«I dolori o ti ammazzano o ti rafforzano e bisogna convivere con l'altra faccia della vita. Lo sopporti e lo tieni dentro», ha spiegato Al Bano, che poco dopo ha letto una lettera commovente dedicata alla mamma Yolanda, morta nel dicembre scorso all'età di 96 anni. In quelle parole, rivolte direttamente alla madre, un riferimento a Ylenia e al rimpianto «di non aver impedito alla nipote quel tragico viaggio». 

«È stata una donna straordinaria, era impastata di verità. Lei ha sempre dato tutto a tutti e non accettava nell’ultimo periodo di dover essere nelle mani degli altri. Insieme a mio padre, ho avuto due incredibili regali da Dio, sono stati la mia Bibbia umana e quotidiana». Romina ha aggiunto sorridendo: «È stata una nonna tosta. Con lei in casa c’era sempre un’irruzione pugliese».
 

Ultimo aggiornamento: 20:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA