Nina Moric, Carlos replica all'audio choc davanti a papà Fabrizio Corona: «In questa casa c'è il male?»

Mercoledì 14 Ottobre 2020 di Redazione Gossip Leggo

Dopo la pubblicazione della telefonata choc di Nina Moric tra lei e il figlio Carlos Maria è arrivata la replica dallo stesso ragazzo. Carlos ha spiegato di non aver pensato le parole dette alla mamma, ha postato diverse Instagram stories in cui ha detto che racconterà il perché di quello che ha detto e lo ha fatto con accanto il padre, Fabrizio Corna, che ha ironizzato sulle accuse di violenza che gli sono state fatte. 

«Farò un'intervista in cui dirò la verità su questa cosa. In quel momento ho detto quelle cose perché non le pensavo, ero circondato da pensieri che non avevano senso perché sono pensieri di male che non esistono», spiega e poi cita Sant'Agostino: «Il male è vuoto, appunto, essendo male, e quindi non c'entra niente di tutto quello che hanno riportato ed è stato pubblicato sui vari siti». Come sempre nei video il ragazzo appare molto calmo e riflessivo: «Chi ha orecchie per intendere intenda, io non sto dando perle ai porci, quindi vi saluto», conclude.

Seguono poi altre storie nel suo profilo in cui appare Fabrizio Corona che interviene: «Aspetta, magari pensano che adesso ti picchio, ti do quattro pugni in faccia», Carlos replica ironicamente: «Aiuto, Aiuto». Poi Corona aggiunge: «Innanzitutto sono tuo padre e se ti do due schiaffi, ti do due schiaffi», «e certo», replica Carlos, così il padre insiste: «I comportamenti pusillanimi quali sono?», «Ah Boh», risponde il 18enne. 

Video

Poi Fabrizio fa delle domande dirette per rispondere a Nina Moric in modo implicito. «Ti ho costretto a vivere in questa casa?», «Ma va», replica Carlos, «Stai male in questa casa?», «No», «Spiegherai perché tua madre ha avuto la follia di pubblicare quella cosa?», «Sì, certo», «In questa casa c'è il male?», «No», «Stai bene?», «Sì, certo», «Sei felice?», «Sì, certo».

Carlos a quel punto prende di nuovo la parola e chiarisce: «Comunque lasciando perdere questi scherzi che sono giusti e che fanno bene e non sono cose di certo strumentalizzate perché come oggi ho visto la vita cristiana non è una vita fatta di sofferenze e disciplina ma una vita fatta di amore e felicità e scherzo. Di certo i santi sono stati anche quelli che si flagellavano ma erano santi del '600. La felicità sta nelle piccole cose, nelle cose semplici, quindi chi giudica poi sarà ripagato con la stessa moneta, dico sempre, ma io non giudico».

Corona poi conclude: «Ok poi spiegherai il motivo di quello che hai detto, ciao stronzo», «Ciao papi», risponde Carlos ridendo.

Ultimo aggiornamento: 12:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA