CORONAVIRUS

Giuseppa Ciarlo, guarisce dal Covid e compie 100 anni: la storia della nonna di Sezze

Giovedì 14 Gennaio 2021
Covid, guarisce dal Covid e compie 100 anni: l'incredibile storia di Giuseppa Ciarlo

Guarisce dal Covid e compie 100 anni: è il traguardo raggiunto dalla signora Giuseppa Ciarlo di Sezze, che ha festeggiato la sua recente guarigione dal coronavirus spegnendo ben 100 candeline. Nata nel gennaio del 1921, la signora Ciarlo è una donna d'altri tempi, che ha superato il Covid con pazienza e senza mai lamentarsi: ospite della struttura per anziani Villa Marina, a Sezze, la donna ha festeggiato ieri circondata dall'affetto del personale della rsa - dove è ospite - insieme agli altri anziani. Per la prima volta tutti negativizzati. Completamente asintomatica, la signora Ciarlo ha potuto salutare i suoi familiari dall'esterno della recinzione ma - a detta dei responsabili della struttura - ha comunque riconosciuto i nipoti uno ad uno.

Il cluster

Quello di Villa Marina è un episodio recente. Lo scorso novembre, infatti, nella rsa è stato scoperto un vero e proprio focolaio con 13 pazienti - di cui 5 membri del personale - positivi. Un elevato numero di casi che ha costretto i responsabili della struttura a trasformare Villa Marina in un vero e proprio Covid Hospital temporaneo. «Non è stato facile soprattutto per i nostri operatori, che hanno lavorato sodo ininterrottamente per due mesi. Fortunatamente solo due dei nostri ospiti hanno avuto sintomi rilevanti. Giuseppa, la signora centenaria, invece, ha affrontato il virus in maniera del tutto asintomatica, non ha accusato neppure un raffreddore. È una persona lucidissima» ha spiegato Dino Palombi, responsabile della rsa. Palombi ha seguito da vicino il caso della signora Ciarlo, ha rivelato anche qualche particolare dell'incontro della signora con i suoi nipoti in visita: «Il giorno del suo compleanno i suoi nipoti sono venuti a farle gli auguri dalla recinzione esterna, lei li ha riconosciti uno ad uno e ne è stata entusiasta».

 

Vaccini, Bassetti difende i fragili: «Manca un piano per trapiantati, obesi, immunodepressi e disabili»

Ultimo aggiornamento: 18:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA