CORONAVIRUS

«Covid preso sei mesi fa, un incubo: non ho ancora recuperato gusto e olfatto», il racconto di una mamma

Giovedì 28 Gennaio 2021
«Covid preso 6 mesi fa, ma non ho ancora recuperato gusto e olfatto»: il racconto di una mamma

Tamika Parrish è risultata positiva al Covid ad agosto. Sei mesi dopo la donna, una mamma di due gemelli di 4 anni, soffre ancora di due dei sintomi più comuni associati al virus: la perdita del gusto e dell'olfatto. «Circa una settimana dopo la positività ho fatto una doccia e mi sono resa conto che non riuscivo a sentire l'odore del mio sapone, e da quel giorno non sono più stata in grado di annusare o gustare», ha detto Parrish allo show Buon giorno America”. Dolori muscolari e affaticamento sono andati via presto «dopo circa due settimane», mentre la perdita dei sensi «è rimasta».

«È così difficile con i miei figli. Devo dire loro, Il naso della mamma non funziona” - ha raccontato Parrish (nella foto ABC News) e c'è anche un elemento di sicurezza perché non riesco a sentire l'odore: se qualcosa brucia o se c'è gas in casa non voglio rischiare. E' davvero un incubo». I medici le hanno detto che deve solo aspettare e vedere quando gusto e olfatto torneranno.  «Quando ho lasciato lo studio del medico, ho iniziato a piangere mentre andavo in macchina. Il motivo per cui ho deciso di iniziare a parlarne è per far sapere alle persone che non sono sole», ha aggiunto Parrish. «Non si sente parlare di persone come me che stanno ancora lottando con problemi così». Secondo il Vanderbilt University Medical Center, fino all'80% delle persone che risultano positive segnala una perdita del gusto e dell'olfatto.

Sintomi Covid: dall'orticaria ai geloni, le 6 spie (meno conosciute) dell'infezione sulla pelle

Gli esperti ritengono che la perdita dell'olfatto avvenga perché «il virus provoca infiammazione nel naso che colpisce i percorsi olfattivi», ha spiegato il dottor Simone Wildes, uno specialista in malattie infettive con sede a Boston. Nella maggior parte dei pazienti, l'olfatto e il gusto «torneranno in 2-6 settimane», ha assicurato Wildes. Altri pazienti, come Parrish, fanno parte di una popolazione nota come «trasportatori a lungo raggio Covid», persone che soffrono di sintomi debilitanti mesi dopo aver contratto il coronavirus.

Covid, lo studio su Nature: nei casi gravi non si producono anticorpi efficienti

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA