Liz Truss, dimissioni in 90 secondi: perché ha lasciato e chi è (dal passato a sinistra al presunto amante)

Liz Truss, dimissioni in 90 secondi: perché ha lasciato e chi è (dal passato a sinistra al presunto amante)
Liz Truss, dimissioni in 90 secondi: perché ha lasciato e chi è (dal passato a sinistra al presunto amante)
Giovedì 20 Ottobre 2022, 15:08 - Ultimo agg. 16:02
5 Minuti di Lettura

Novanta secondi. Una dichiarazione di un minuto e mezzo per dimettersi. Per comunicare alla sua nazione, la Gran Bretagna, di non essere più in grado di «portare avanti il suo mandato». Liz Truss si è dimessa da premier inglese. Dopo solo 44 giorni a Downing Street. Un record, anche questo, che infrange quello del primo ministro George Canning, morto mentre era in carica dopo soli 119 giorni.

Liz Truss si dimette, la premier inglese lascia dopo 44 giorni: «Ho parlato con il Re»

PERCHE' SI E' DIMESSA

E i guai sono iniziati appena è terminato il periodo pubblico di lutto, con i solenni funerali che avevano unito il paese. Il disastro è cominciato con il minibudget ultra conservatore del 23 settembre, con tagli alle tasse dei più ricchi, che ha provocato un crollo della sterlina. Il 3 ottobre Truss è stata costretta revocarlo. Il 14 ottobre, di fronte all'evidente fallimento, si è dovuto dimettere il cancelliere dello Scacchiere, Kwasi Kwarteng, suo strettissimo alleato. Ieri è caduta la testa del ministro dell'Interno Suella Braveman. Oggi tocca a lei dimettersi, lasciando nel caos il partito conservatore, che pochi mesi fa aveva sacrificato il premier Boris Johnson.

L'ULTIMA SETTIMANA

Venerdì scorso Truss, da giorni sotto assedio, era stata costretta a licenziare il Cancelliere Kwasi Kwarteng (suo caro amico) per il disastroso piano finanziario. Ha poi dovuto fare marcia indietro sul taglio delle tasse proposto appena il mese scorso, un'umiliante inversione di marcia rispetto alle promesse fatte durante la sua marcia verso la leadership dei Tory. Mercoledì il ministro dell'Interno Suella Braverman ha abbandonato il suo ruolo. E tra i parlamentari conservatori il subbuglio è continuato a crescere.

 

IL PROFILO DI LIZ

Truss è succeduta a Downing Street a Boris Johnson, anche lui travolto dagli scandali. Ed erano spuntati subito fuori gli scheletri nell'armadio dell'ex ministro degli Esteri britannico. Dal passato di sinistra, alle critiche verso i reali fatte in gioventù, fino a una presunta storia extraconiugale risalente a 16 anni fa.  Nata 47 anni fa a Oxford, figlia di un professore di matematica e di un'infermiera che votano Labour, una breve carriera da contabile, Liz Truss è entrata in Parlamento nel 2010. Da quel momento ha iniziato a scalare le gerarchie del partito in cui iniziò a militare nel 1998, dopo che in precedenza era stata presidente dei Lib-Dem all'Università di Oxford. Il 5 settembre è stata eletta leader dei conservatori, succedendo a Boris Johnson sia nella guida del partito che del paese.

IL MATRIMONIO E LA POLITICA

Sposata dal 2000 con Hugh O' Leary, commercialista incontrato a un congresso del partito conservatore nel 1997, con il quale ha due figlie, dal 2012 Truss ha ricoperto vari ruoli di primo piano nel governo britannico, da sottosegretaria all'Istruzione a ministra dell'Ambiente e poi della Giustizia. Nel settembre 2021 aveva assunto la guida del ministero degli Esteri dopo le polemiche sull'operato di Dominic Raab per la gestione della crisi in Afghanistan.

IL PASSATO DI SINISTRA

Truss è stata abbastanza aperta sul suo background di sinistra, rivelando come ha partecipato alle marce della campagna per il disarmo nucleare. Da ragazza manifestava gridando “Maggie, Maggie, Maggie, out, out, out”, da grande faceva conferenze alla convention dei Tory con in platea quella Maggie, la Thatcher, che ora dice essere il suo idolo politico insime a Ronald Reagan. L'ex vicino di casa ha rivelato che la madre sostiene sua figlia: «Ha detto che era piuttosto combattuta. Si era angosciata sull'opportunità di sostenerla perché era sua figlia, o di non sostenerla perché era una Tory", ha detto al Times. "Alla fine, ha deciso che i legami familiari avrebbero dovuto prevalere". A luglio, il Daily Express ha rivelato che il rapporto del ministro degli Esteri con suo padre è stato "sconvolto" dalla sua "conversione alla politica di estrema destra" e che i due ora non si parlano più.

ANTIMONARCHICA IN GIOVENTÙ

Ma Truss ha ripetutamente sconfessato le sue precedenti opinioni di sinistra e ha definito un "errore" un discorso che ha tenuto, quando aveva 19 anni, a sostegno dell'abolizione della monarchia dopo che una sua clip è riemersa alla conferenza "Lib Dem" nel 1994. Il ministro degli Esteri, che era il leader dei Liberal Democratici dell'Università di Oxford, ha recentemente affermato di aver capito che la regina e gli altri reali sono "la chiave" del successo del Regno Unito. "All'epoca ero un adolescente e credo che le persone che non cambiano mai idea su nulla e pensano allo stesso modo a 16 anni come a 46, in primo luogo non sono normali come me, e in secondo luogo, ho la capacità di imparare dagli errori che ho fatto e andare avanti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA