Morto Ron Miller, il genero di Walt Disney che ereditò l'impero dei cartoni animati

0
  • 103
Addio a Ron Miller, l'erede dell'impero del leggendario Walt Disney. Il genero del papà di Micky Mouse è morto sabato scorso a Napa, in California, all'età di 85 anni. L'annuncio della scomparsa è stato pubblicato da «The Hollywood Reporter». Ron Miller aveva sposato nel 1954 Denise Disney (1933-2013), la figlia di Walt. Miller è stato presidente della Disney dal 1978 al 1983 ed ha ricoperto la carica di Ceo tra il 1983 e il 1984 (dopo il pensionamento di Card Walker). Con il suo talento turbolento e visionario prestato alla Walt Disney Company, Ron Miller ha allargato i confini dell'impero fondando Walt Disney Home Video, la Touchstone Pictures, The Disney Channel, il parco divertimenti di Epcot e ha prodotto un'ottantina di film. Sotto la sua guida fu lanciato il primo film animato interamente realizzato al computer, «Tron» (1982). Nel 2009 Ron Miller con la moglie aveva fondato il Walt Disney Family Museum a San Francisco, in California.

Giocatore di football professionista presso la squadra dei Los Angeles Rams, all'epoca in cui incontrò Denise Disney, Ron Miller ha cominciato la sua attività creativa alla Walt Disney Company come secondo assistente alla regia di «Old Yeller» (1957), uno dei miglior film Disney con animali, dove recita il cane Spike nel ruolo di Zanna Gialla. Dal 1961 divenne produttore associato, occupandosi in questo incarico della serie di telefilm di «Zorro». Dal 1965 fu produttore e i suoi maggiori successi iniziarono nella seconda metà degli anni '70 con film ormai considerati classici come «Le avventure di Bianca e Bernie», «Herbie al rally di Montecarlo», «Elliott il drago invisibile», «Il gatto venuto dallo spazio», fino a «Red e Toby nemiciamici» (1981) e «Taron e la pentola magica»
Lunedì 11 Febbraio 2019, 09:38 - Ultimo aggiornamento: 11-02-2019 14:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP