Viola Valentino a Oggi è un altro giorno: «La malattia mi ha travolto ma Francesco mi ha salvato. Riccardo Fogli? Il bene è per sempre»

Venerdì 14 Maggio 2021
Viola Valentino: «La malattia mi ha travolto ma Francesco mi ha salvato. Riccardo Fogli? Il bene è per sempre»

Viola Valentino si racconta a 360 gradi, ospite di Serena Bortone a “Oggi è un altro giorno”. La cantante e attrice, infatti, ha ripercorso la sua intensissima vita, a cominciare dall'infanzia. Ma affrontando anche argomenti delicati, come la malattia.

Viola Valentino si presenta in studio struccata ma Serena Bortone non ha dubbi: «Sei bella lo stesso!». La cantante inizia poi a raccontare la storia della propria vita, a cominciare dall'infanzia: «Ho un estro diverso, sono figlia di un pittore. Ma mia madre era ragioniera e lo faceva lavorare. Ho avuto un'infanzia difficile, non riuscivamo ad avere una base solida ma non mi pesava, perché vivevo con l'incoscienza di quel periodo. Mia madre era molto socievole ma io ero legata soprattutto a mio padre, che mi ha trasmesso la calma, il ragionamento, la contemplazione». 

Video

La genetica è stata probabilmente il fattore decisivo per iniziare una carriera artistica. «Sognavo di fare il medico, avrei voluto fare la psichiatra perché mi piacciono i pazzi. Mi piace la testa della gente e capire il tipo di comportamento», racconta Viola Valentino. Che poi parla anche del tormentato rapporto con l'ex marito Riccardo Fogli: «Con gli uomini sono molto severa e loro stanno alla larga, ma con Riccardo ci vogliamo ancora bene. Quando vuoi bene, è per sempre: l'amore se ne va, ma il bene rimane. Avevamo solo 19 anni, ma avevo capito che c'era qualcosa che non andava. Gli dissi solo: Lasciamoci. E non siamo cambiati, ognuno con i suoi difetti. Sono una donna solitaria e preferisco starmene per i fatti miei». 

Viola Valentino è oggi felicemente legata a Francesco. Proprio il compagno è stato decisivo per aiutarla a superare la malattia. «Lui ha una testa complessa, bisogna conoscerlo per amarlo fino in fondo. Ha avuto una vita intensa e una famiglia movimentata, è una persona stravagante. Forse faccio la crocerossina, ma lui è perfettamente capace di intendere e volere. Sono una persona molto materna con tutti» - racconta la cantante - «Lui, però, mi ha salvato da una malattia che mi ha travolto e colto impreparata. Ho affrontato male la malattia ma mi sono fatta operare e sto bene, anche se continuo a fare controlli ogni sei mesi. Lui mi è stato vicino e ad ogni operazione si metteva sulla porta dell'ascensore per controllare che fossi serena».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento