Domenica In, Ornella Muti in lacrime per l'omaggio di Michele Placido. «Sei irresistibile»

Domenica 17 Gennaio 2021
Domenica In, Ornella Muti in lacrime per l'omaggio di Michele Placido. «Sei irresistibile»

«Me la posso togliere, la mascherina?», chiede scherzando Ornella Muti appena entra in studio da Mara Venier, ospite a Domenica In. L'attrice, che arrivava dal Piemonte, si è messa a nudo con la conduttrice di Rai Uno parlando della sua vita privata - tra restrizioni anti Covid e affetti familiari - nella sua casa «rifugio». Una puntata dove le due hanno condiviso le loro recenti esperienze e le aspettative sul futuro. Nel finale, poi, è arrivata la dedica della figlia Naike, che ha salutato lo studio e ha brevemente parlato delle qualità della madre.

Ornella Muti, morta la mamma Ilse: aveva 94 anni

Il Covid

«Questa pandemia ci ha resi più fragili, non trovi?» chiede la conduttrice di Rai Uno: «È molto deprimente - esordisce l'attrice - anche quando sento "speriamo di tornare come prima". Perché io credo che dovremmo cambiare modo di vivere, e non tornare come prima». La paura - condivisa con Mara Venier - che coinvolge la sfera emotiva è quella di non poter vivere al meglio le relazioni umane: «Per me non abbracciarti è un peso. Perchè per me è importante sentirci, amarci, essere compassionevoli», sottolinea con un filo di nostalgia Ornella Muti.

Poi Mara Venier ha trasmesso un messaggio da Michele Placido, dedicato a Muti: «Mi porti ai tempi del film Romanzo popolare, col grande Ugo Tognazzi e con regia di Mario Monicelli. È il film che ti ha consacrata - Ornella - e tutti eravamo affascinati e attratti dalla tua bellezza, dalla giovinezza meravigliosa. Ci sono della parole di Coco Chanel a proposito della bellezza di una donna: una donna può essere bella a 20 anni, può essere spelndida a 30 anni e affascinante a 40. Ma si può essere anche irresistibili per il resto della vita. E tu - Ornella - sei una di queste. Io sono stato innamorato di te, e chi non lo è stato?».

 

 

Ogni Mattina, Naike Rivelli e Ornella Muti su Celentano: «Quel segreto era da portare nella tomba»

Carriera e sentimenti

Poi Mara Venier le ha chiesto della sua carriera, della sua filosofia sul lavoro, a partire da quel rifiuto nel partecipare a uno dei film della saga 007: «Io sono una persona semplice - ha chiarito Muti - e con i piedi per terra. Quando vado a letto la sera, mi interrogo sempre su quello che faccio». Un «filo della realtà», per dirlo con le sue stesse parole, che l'ha sempre guidata, anche negli istanti più difficili della sua vita. «Tu prima hai parlato di famiglia - ha continuato - ho tre figli che amo e che mi amano e che parlano con me. Cosa potevo chiedere di più dalla vita? I nipoti, poi, mi sciolgo come un cioccolatino. Questo è ciò che mi dà forza».

Ornella Muti a Ogni Mattina: «Con Celentano fu passione. Claudia Mori? Stava da qualcun altro»

Un'allegria, quella dell'attrice, che le deriva dal peso dato alle cose più semplici e vere: pazza dei suoi nipotini, Ornella Muti poi ha parlato dei motivi che l'hanno portata a rallentare un po': «sono più selettiva, ma non pigra». Poi hanno parlato di relazioni sentimentali, e l'attrice ha chiarito: «La "boutique" non è chiusa, ma devi suonare. Non apro più la porta a chiunque», così Ornella Muti. E quando la conduttrice le ha augurato di trovare un nuovo compagno, lei ha lasciato aperta la possibilità di restar sola. «Va bene, ma se lo trovi, torni qui e ne riparliamo», ha concluso Mara Venier ridendo.

Ultimo aggiornamento: 18:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA