CORONAVIRUS

Coronavirus, lo sprone di Rosolino:
«Restiamo a casa e sogniamo in grande»

Mercoledì 25 Marzo 2020 di Diego Scarpitti
Massimiliano Rosolino

Alle spalle Castel dell’Ovo, sospeso tra mare e cielo. La sua foto, con la fiaccola e la mascotte Partenope, è divenuta social e celebre in tutto il mondo. Ambassador Coni alle Olimpiadi di Rio 2016 e testimonial delle Universiadi 2019, nel 20esimo anniversario del suo trionfo a cinque cerchi a Sydney 2000, Massimiliano Rosolino registra anche lo spostamento della 32esima edizione nipponica.

Primo rinvio nella storia. «Bisogna affrontare la realtà. Tutto è rimandato. Si tratta di posticipare, ovvero prendere una rincorsa ulteriore, ma non annullare. Situazione strana, necessitata dalla priorità della salute», spiega il plurititolato nuotatore napoletano.

Grande Slam. Europei in Finlandia (2000), Olimpiadi in Australia (2000), Mondiali in Giappone (2001). Incontrastato protagonista clorato Massimiliano, vero asso pigliatutto, nato da madre aussie (Carolyn). Dal Molosiglio alla vetta continentale più alta, passando sulla cima del Monte Olimpo, fino alle altezze iridate. Triplete a suon di bracciate per l’ex atleta della Canottieri Napoli, vero «cagnaccio» in vasca.

Covid-19. «Bisogna rilassarsi e chiudersi in casa. E’ il momento di dare il buon esempio. Non si può lottare contro i mulini a vento del coronavirus. Bene hanno fatto Cio e Governo giapponese, a prendere subito una decisione, in modo che tutto il pianeta è sullo stesso piano», ammette Rosolino.

2021. «Deve far riflettere il posticipo di un evento così grosso e atteso». Adottate misure di prevenzione e protezione. «Vivo abbastanza bene questo momento di emergenza. Sono fiducioso e sto alle regole», argomenta l’emblema del nuoto all’ombra del Vesuvio, a casa con le figlie Sofia Nicole e Vittoria Sydney, nome non casuale.

Appello. «In bocca al lupo a tutto lo sport mondiale e italiano in particolare. Non molliamo mai. Restiamo a casa e continuiamo a sognare in grande», conclude fiducioso Rosolino. Ci sarà modo e tempo, per festeggiare al meglio i suoi anniversari: l’oro olimpico di Sydney e l’oro mondiale di Fukuoka, proprio dove dovrebbe svolgersi la rassegna di nuoto del prossimo anno (dal 16 luglio al 1 agosto). Molto probabilmente la kermesse verrà spostata. Anche quella, per far posto al grande appuntamento di Tokyo. Pure Rosolino dovrà attendere e resistere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA