FF Napoli, la nuova denominazione
del Futsal Fuorigrotta

Sabato 27 Giugno 2020 di Diego Scarpitti
Napoli

«Identità, passione, appartenenza». E’ quanto ha predicato Rino Gattuso agli azzurri, vincitori della Coppa Italia contro la Juventus. Il richiamato trinomio vale anche per il Futsal Fuorigrotta, che ha deciso di abbandonare la tradizionale denominazione, per chiamarsi Asd FF Napoli. Non un colpo di pennello, né una semplice mossa tattica, tanto meno una strategia di marketing.
 

Nuovo corso sul parquet. Svolta e cambiamento, contenuti e messaggio. 2012 anno di inizio della storia sportiva. Susseguirsi di emozioni e di trionfi, una cavalcata inarrestabile. Spiega le ragioni della scelta il presidente Serafino Perugino. «Percorso di crescita poderoso in 8 anni, rappresentando il quartiere attraverso il calcio a 5». Identificazione chiara ed emblematica, connaturata con il tifo azzurro. «Siamo l’unico club partenopeo sull'importante palcoscenico nazionale», rivendica con fierezza il patron Perugino, interpretando i sentimenti dei sostenitori e degli aficinados. «Siamo pronti a scrivere altre pagine di storia con il nome di Napoli», afferma fiducioso.

Progetto solido e ambizioso. Simbiosi ed empatia, «corpo e anima», fusione con la città. «Amiamo a tal punto questo sport da volerci totalmente identificare con Napoli, bandiera, simbolo, mondo», prosegue Perugino.

Cuore ebbro di orgoglio. «Napoli è passione e appartenenza e il mio club si identifica con la città. Lotteremo ai massimi livelli, nella speranza di essere sempre sostenuti dai nostri calorosi tifosi. Napoli è un atto d’amore», conclude il numero uno.

Impianto. Capitan Fernando Perugino e compagni giocheranno al PalaCercola, situato in via Matilde Serao. Un nome che dice tutto: fondatrice nel 1892 del quotidiano Il Mattino, insieme al marito Edoardo Scarfoglio. La struttura, rinnovata per le Universiadi 2019, ospiterà le gare interne degli azzurri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA