L'Aktis Acquachiara batte 8-5 l'Unime
e aggancia la Canottieri Napoli

Sabato 27 Febbraio 2021 di Diego Scarpitti
Vincenzo Tozzi

La doppietta di capitan Vincenzo Tozzi coincide con la seconda vittoria stagionale dell’Aktis Acquachiara. Il club presieduto da Franco Porzio s’impone alla Scandone 8-5 sull’Unime (parziali di 2-0, 1-0, 2-3, 3-2). Per ben tre volte i ragazzi di Mauro Occhiello si portano sul +3, tenendo a debita distanza i siciliani.

Dopo l’avvio travolgente con Emiliano Aiello, Stefano Mauro e Manuel Lanfranco in superiorità, il pallanuotista biancazzurro numero 10 incide nei momenti chiave del match. La staffilata del 5-2 e la palombella del 7-4 sono la diretta conseguenza del suo temperamento lucido e glaciale (nella foto di Manuel Schembri). Riscatta l’errore dai cinque metri Lorenzo Brigante, fissando l’8-4 a 47 secondi dalla sirena.

Si riconferma determinante con i suoi interventi Manuel Rossa, che non teme il confronto con il serbo Nikola Eskert e l’intrambontabile Antonio Vittorioso, due volte a bersaglio a Fuorigrotta. Pone fine alle ostilità la marcatura di Francesco Cama a 4 secondi dal gong. Gli acquachiarini agganciano i cugini della Canottieri Napoli a quota 6 punti, sul fondo della classifica gli isolani a 1.

«La posta in palio era alta. Ha prevalso qualche tatticismo soprattutto nella prima parte. Sono tre punti importanti e siamo stati bravi a mantenere la freddezza», spiega il tecnico Occhiello. «Ora resettiamo tutto e prepariamoci in vista della delicata trasferta di Catania contro i Muri Antichi».

Un gol e un palo centrato da distanza siderale per Ivano Occhiello, autore di una prova convincente. «Era fondamentale vincere e ci siamo riusciti. Abbiamo difeso molto bene ma dobbiamo lavorare sull'uomo in più. E’ quanto faremo nei giorni che ci separano dalla sfida con i Muri Antichi».

Ultimo aggiornamento: 21:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA