CORONAVIRUS

Real San Giuseppe, Centonze:
«Sono tre punti fondamentali»

Mercoledì 18 Novembre 2020 di Diego Scarpitti
Andrea Centonze

Gol e acrobazie. Li ha abbracciati tutti a fine match, ringraziandoli di cuore per lo sforzo profuso. «E’ un momento particolare. Ci tenevamo molto. Abbiamo vinto soffrendo e lottando, magari non giocando benissimo». Esprime così la sua soddisfazione Andrea Centonze. «Tre punti fondamentali, una vittoria che fa crescere», spiega il tecnico del Real San Giuseppe. Grande reazione dei gialloblu dopo l’1-2 di Cabeça. «Gara difficile, Francesco Molitierno ha fatto interventi importanti. Abbiamo cacciato il coraggio, il carattere, la voglia, la determinazione, insita nel dna dei ragazzi. Un combattimento continuo». Primo successo in serie A per il club di Antonio Massa: al PalaCercola 4-2 all’Aniene.  

 

Adrenalina Portuga. A settembre in Italia, autore del 2-2, esultanza con il pugno destro chiuso. Si è integrato, si fa capire sul parquet. Non parla ancora italiano ma il suo linguaggio tecnico è davvero chiaro. «La sua una gara di intensità, ha sbagliato pochissimo», conclude Centonze.

Stremato ma felice capitan Vinicius Duarte, ex Lollo Caffè Napoli. «E’ la fine di un incubo, che in gran parte della società ha vissuto». Alle spalle il Coronavirus e la conseguente quarantena. Di rabbia il gol finale del giocatore in maglia numero 8. «Siamo contenti della vittoria che mancava da tanti mesi. Abbiamo molto da lavorare», ammette il leader del Real San Giuseppe. «Dobbiamo essere tranquilli. Nel secondo tempo bene il giro palla, migliori i tempi di pressione, intesa aumentata», ammette.

Venerdì 20 novembre nuovamente sul parquet. Sarà super sfida contro il bomber Guilherme Gaio Gui, già a quota otto marcature in campionato, e la capolista Acqua & Sapone Unigross al PalaRigopiano di Pescara (ore 20 - diretta sulla pagina Facebook Pmg Sport Futsal). «Giocheremo di seguito tante partite, amiamo il nostro sport», afferma Duarte (nelle foto di Francesco Sollo). 

Evidente il rammarico di Mauro Micheli, coach del Cybertel. «L'abbiamo persa nel primo tempo, ci siamo specchiati troppo e non possiamo permettercelo. Troppo leggeri in fase realizzativa. Puntiamo alla salvezza e siamo reduci da due buone prestazioni. Nel secondo tempo il volto della gara è cambiato per merito del San Giuseppe».

 

 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA