Sorride la Campania della scherma
con la cinquina al Gran Premio Giovanissimi

Martedì 19 Ottobre 2021 di Diego Scarpitti
Boscarelli-De Curtis-Meglio

Pallanuotista, nuotatore, rugbista e schermidore. Ben 7 volte campione del mondo e altrettante vice. Past president della Fis, presidente onorario del Coni, vicepresidente della Federazione italiana rugby, già Stella d'oro al merito sportivo, nonché membro d'onore della Fédération internationale d'escrime (Fie). A Renzo Nostini è dedicato il Gran Premio Giovanissimi–Trofeo Kinder Joy of Moving, giunto alla 57esima edizione. Da sempre tale rassegna è stata considerata «La Gara» per antonomasia, l’evento attraverso cui sono passati tutti i campioni azzurri di ogni generazione. Quella attuale è stata una edizione davvero speciale, celebrata esattamente 871 giorni da maggio 2019, ovvero l’ultima volta in cui è stato assegnato un titolo italiano under 14.

 

Sorride la Campania della pedana. Al Playhall di Riccione Nina De Curtis (Accademia Olimpica Beneventana) si aggiudica il titolo italiano nella categoria Giovanissime. Nonostante la sconfitta riportata in finale (9-8), prevale la spadista sannita, perché la sua avversaria, Dana Rezzonico, in gara con la società lombarda (Pro Patria Busto Arsizio), è di nazionalità svizzera. Vinti tutti gli assalti nel girone per l’allieva di Francesca Boscarelli e Dino Meglio. Si tratta di un titolo storico per la città di Benevento, mai conquistato sin d’ora in tale specialità.

Argento partenopeo. Chiude secondo nella sciabola Guido De Rosa (Champ). Nella categoria Allievi il napoletano si è arreso soltanto al frascatano Matteo Ottaviani (15-7). Risultato prestigioso per De Rosa, che  in semifinale ha battuto Dentato (Fiamme Oro) e superato in precedenza Castrucci (Lazio Scherma Ariccia).

Salerno c’è. Secondo gradino del podio per Giuseppe Di Martino, allievo del maestro Marco Autuori. Girone interamente dominato con 6 incontri vinti. Eliminato nei quarti il torinese Meliga, archiviata la semifinale con Davide Alteri (Frascati Scherma). L’atleta del Club Scherma Salerno costretto a dare la precedenza a Giovanni Pierucci in finale.

Ancora sciabola napoletana. E’ di bronzo Giulia Grimaldi e risplendono ancora i colori della Champ. En plein nella fase a gironi (5 successi su 5). Accesso al podio ottenuto superando Grattarola (Club Scherma Torino) nella categoria Allieve. Corsa interrotta da Splendore (Fiamme Oro).

Posillipo di bronzo. Nella sciabola categoria Bambine Eleonora Silvestri (nelle goto di Augusto Bizzi) conclude con un ottimo terzo posto. La rossoverde, seguita a fondo pedana dalla maestra Irene Di Transo, aveva collezionato una sola vittoria nella fase a gironi, ma si è riscattata alla grande nelle eliminazioni dirette. Ha conquistato l’accesso alla zona medaglie, imponendosi su Giulia Saracaj (Fides Livorno). Solo in semifinale è stata fermata da Parma (Società del Giardino). Un grandissimo risultato che testimonia la validità del vivaio del Circolo Posillipo e di tutto il movimento della sciabola campana, che si è confermata all’apice di questa edizione dei campionati italiani.

La Campania risponde presente per la gioia del presidente Fis regionale Aldo Cuomo. Un vero successo il ritorno in pedana degli under 14 dopo due anni.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA