NBA, successi per Boston e Philadelphia
​Bucks da record: 29 triple contro Miami

Mercoledì 30 Dicembre 2020
NBA, successi per Boston e Philadelphia. Bucks da record: 29 triple contro Miami

Nella notte NBA tornano al successo i Boston Celtics, che vincono 116-111 sul campo degli Indiana Pacers grazie ai 27 punti (14 solo nell'ultimo quarto) e 11 rimbalzi di Tatum ma soprattutto a un lavoro di squadra che gli permette di recuperare uno svantaggio di 17 lunghezze. Per la squadra di Brad Stevens, che ha anche un Brown da 20 punti e uno Smart da 17, è la seconda W in quattro partite; primo ko invece per Indiana. 

Vince anche Philadelphia (100-93) contro i Toronto Raptors: i 76ers sfruttano al massimo il rientro di Embiid (29 punti, 16 rimbalzi, 4 assist e +15 di plus/minus) mentre i canadesi non riescono a centrare il primo successo stagionale. Non bastano i 24 punti di Kyle Lowry e i 20 a testa di Pascal Siakam e OG Anunoby. I Raptors tirano con il 35.6% dal campo, fermandosi a quota 93 punti.

Antetokounmpo, l'eroe della strada: dalla povertà di Atene ai 228 milioni dei Bucks

I numeri più clamorosi della notte arrivano però dai Milwaukee Bucks, che travolgono 144-97 i malcapitati Miami Heat. Il 10-0 di parziale con cui si apre la partita è il segnale dei restanti 47', con gli ospiti che non si sono letteralmente più voltati indietro. La partita è diventata così una sessione di tiro da record: alla sirena sono 29 triple messe a segno - nuovo record NBA, battute le 27 di Houston contro Phoenix nell'aprile 2019 - ma anche con 12 giocatori con almeno una tripla all'attivo. Una beffa per Giannis Antetokounmpo, che chiude con soli 9 punti (0/2 dall'arco) in 24' sul parquet. 

Nelle altre partite i Warriors vincono a Detroit contro i Pistons per 116-106, nonostante i 27 punti di Grant. Il protagonista per i Golden State è Curry, con 31 punti. Ok i Bulls (115-107) che a Washington conquistano il primo successo stagionale. A farne le spese sono i Wizards che subiscono i 23 punti di Zach LaVine.

I Clippers riprendono il cammino ai danni di Minnesota, sconfitto 124-101. Un bella consolazione dopo il ko contro Dallas. Vince anche Phoenix (111-86 sui Pelicans), esibendo un ottimo Crowder, che garantisce 21 punti. Si rivede, ma solo per 16', anche Nicolò Melli, autore di due canestri, ma non basta. L'azzurro riesce, però, a catturare 8 rimbalzi nella serata-no di New Orleans. Serata propizia, invece (seconda vittoria), per i Knicks a Cleveland: Cavaliers battuti 95-86.

I Magic s'impongono a Oklahoma per 118-107 e intascano il quarto successo in altrettanti match. Ma non solo: quarta partita oltre quota 110 punti per Orlando. Vince pure Sacramento (125-115) su Denver, cui non basta Nikola Jokic, ancora una volta in tripla doppia, con 26 punti, 12 assist e 11 rimbalzi.

I risultati delle partite della notte NBA:

Indiana Pacers-Boston Celtics 111-116
Philadelphia 76ers-Toronto Raptors 100-93
Miami Heat-Milwaukee Bucks 97-144
Detroit Pistons-Golden State Warriors 106-116
Washington Wizards-Chicago Bulls 107-115
L.A. Clippers-Minnesota Timberwolves 124-101
Phoenix Suns-New Orleans Pelicans 111-86
Cleveland Cavaliers-New York Knicks 86-95
Oklahoma City Thunder-Orlando Magic 107-118
Sacramento Kings-Denver Nuggets 125-115.

 

Ultimo aggiornamento: 10:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA