Dalle case ai cappellini: all'asta i primi beni di Maradona

Venerdì 17 Dicembre 2021 di Francesco De Luca
Dalle case ai cappellini: all'asta i primi beni di Maradona

L'appuntamento è fissato domenica 19 dicembre alle ore 11 di Buenos Aires, le 15 italiane. Adrian Mercado, una delle più importanti case del Sudamerica, mette all'asta in tutto il mondo 87 beni appartenuti a Diego Armando Maradona. C'è di tutto: da due case e tre auto a capellini, scarpette e magliette, compresa quella che Marek Hamsik regalò al Pibe quando era il capitano del Napoli.

La vendita sarà curata dalla società Adrian Mercado. Per assistere all'asta bisognerà pagare un biglietto di ingresso, come se si fosse allo stadio: 600 pesos argentini, l'equivalente di 5 euro. I pezzi importanti di questa asta sono le case di Villa Devoto (valore 795mila euro) e Mar del Plata (52mila euro), oltre alla Bmw che ha una valutazione di 145mila euro. «E' emozionante perché c'è la storia, la carriera, di Maradona», dicono dall'agenzia. In realtà, mancano pezzi ancor più importanti, quelli custoditi nei bauli arrivati da Dubai, dove Diego aveva soggiornato a lungo. Il tribunale ha autorizzato questa prima asta per consentire agli eredi di non pagare più tasse e spese. In un suo post sui social Gianinna Maradona, contraria a questa asta, ha chiarito: «Sapete qual è il problema? Che se ci sono tre eredi che vogliono farlo, vincono a maggioranza, e i debiti che la successione ha oggi sono impossibili da affrontare, numeri che nessuno immagina».

Video

Non ci saranno altri pezzi pregiati, come le maglie e i trofei che - secondo le accuse di Maradona presso il tribunale di Miami - sarebbero state sottratte dalla sua ex moglie Claudia Villafane.

La cifra che verrà incassata da questa asta - si suppone intorno ai 3 millioni di dollari - non verrà incassata dai cinque eredi. Bisognerà attendere l'esito del test del Dna a cui sono state sottoposte due donne che sostengono di essere figlie di Maradona, Magalì Gil ed Eugenia Laprovittola. Il loro Dna è stato raffrontato con il figlio di 8 anni di Diego e Veronica Ojeda, Diego Fernando, e questo ha suscitato nuove polemiche e nuove tensioni all'interno della famiglia Maradona, con un duro intervento di Gianinna nei confronti di Veronica, che aveva accusato le due figlie di Claudia Villafane di aver assistito alla Maradona Cup a Riyad in cambio di un cachet di 30mila dollari. «Fare affari significa vendersi i pantaloni di mio padre», ha detto sprezzante Gianinna Maradona.

Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre, 07:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA