Qatar 2022, il preparatore di Maradona: «L'Argentina doveva rifiutarsi di andare al Mondiale»

«I calciatori sono diventati pecore, non c'è uno come Diego»

Fernando Signorini tra Messi e Maradona
Fernando Signorini tra Messi e Maradona
Venerdì 18 Novembre 2022, 15:06
2 Minuti di Lettura

È bufera in Argentina dopo le dichiarazioni rilasciate a Radio AM750 da Fernando Signorini, per molti anni preparatore atletico personale di Diego Maradona, al suo fianco anche quando fu il ct dell'Argentina ai Mondiali del 2010 in Sudafrica.

Signorini ha parlato del delicatissimo tema dei diritti civili in Qatar, ricordando inchieste giornalistiche sui lavoratori morti per costruire gli stadi e le infrastrutture. Ma ha anche sottolineato gli infortuni subiti nei mesi scorsi dai calciatori di tutto il mondo a causa dei calendari compressi. E ha lanciato un messaggio alla Seleccion argentina, che sogna di vincere il terzo Mondiale, dopo quelli del '78 e dell'86. 

Video

Ha detto Signorini: «I calciatori sono diventati pecore di un gregge, non c'è più nessuno che si faccia sentire, come quel “negretto di Fiorito” (Maradona, ndr): lui alzò la voce contro i potenti della Fifa e loro alzarono la guardia. Mi chiedo cosa avrebbe detto Diego. Lui voleva un sindacato dei calciatori per difendersi da abusi che mettevano a rischio le prestazioni. Sarebbe stato bello se la federazione argentina avesse detto: in queste condizioni noi non partecipiamo. Una presa di posizione che sarebbe stata più importante della vittoria di un Mondiale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA