GP di Russia, Raikkonen
“acchiappa” Barrichello

Giovedì 24 Settembre 2020 di Massimo Costa
Nella foto, Kimi Raikkonen

SOCHI - A lui i numeri non interessano. E se qualcuno non glielo avesse ricordato, non ci avrebbe neanche fatto caso. Kimi Raikkonen è un personaggio particolare, ma amatissimo dagli appassionati della Formula 1 che colgono in lui la simpatia, la schiettezza e, soprattutto, il fatto che a 41 anni riesce ancora ad esprimersi su altissimi livelli. Raikkonen questo fine settimana disputerà il suo 322esimo Gran Premio nel Mondiale F1 e raggiungerà il recordman di questa speciale classifica, Rubens Barrichello. Dopo di che, l'11 ottobre con la disputa del GP di Germania, il finlandese diverrà il pilota che nella storia della F1 ha disputato il maggior numero di gare in assoluto. Ma attenzione, perché se Raikkonen a fine anno si ritirerà, come alcuni sostengono, verrà superato da Fernando Alonso che ha partecipato a 311 Gran Premi e tornerà in F1 con la Renault il prossimo anno per corrervi anche nel 2022. Gli altri? Tutti lontani perché il primo tra coloro in attività è Lewis Hamilton con 259 gare e poi troviamo Sebastian Vettel con 249.

Per molti anni, il pilota con il più alto numero di corse disputate è stato il nostro Riccardo Patrese. L'italiano aveva lasciato la F1 con 256 partenze all'attivo, un numero che pareva irraggiungibile per tutti. Patrese, oggi 66enne, aveva debuttato nel Mondiale nel 1977 a 23 anni, per poi ritirarsi alla fine della stagione 1993. Ben 17 stagioni di F1, molto intense, col punto massimo vissuto nel 1992 quando è risultato vice campione del mondo. E all'epoca, le gare in calendario erano 15 o 16 mentre negli ultimi anni si è arrivati a una media di 20, ben 21 nel 2019 e se non vi fosse stato il Covid-19, quest'anno sarebbero state 22. Con il passare del tempo, il record di Patrese è stato battuto ed ora in questa particolare classifica si trova al settimo posto, superato da Hamilton (259), Massa (269), Button e Schumacher (306), Alonso (311), Raikkonen (321) e Barrichello (322).

Raikkonen dunque si appresta a divenire il numero uno dall'alto dei suoi 41 anni che compirà il prossimo 17 ottobre. Nello scorso GP della Toscana, Kimi ha colto un notevole nono posto riportando l'Alfa Romeo in zona punti. Una gara tutta di attacco, che ha lasciato a bocca aperta gli uomini della squadra diretta da Frederic Vasseur, il quale non pare per nulla intenzionato a permettergli di ritirarsi... "Non troverei un pilota più esperto di lui", ha affermato il francese. La prima scelta Alfa Romeo per il 2021 resta perciò Raikkonen, ma sarà lui a decidere del proprio futuro e lo farà nelle prossime settimane.
 

Ultimo aggiornamento: 26 Settembre, 09:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA