CORONAVIRUS

Brawn: la F1 potrebbe partire
dall'Europa e a porte chiuse

Giovedì 9 Aprile 2020
Brawn: «La F1 potrebbe partire dall'Europa e a porte chiuse»
«Il desiderio della Formula 1 è quello di correre il prima possibile - se non altro per offrire ai fan un po' di intrattenimento in tempi difficili - anche se ciò significherà correre alcuni dei Gp iniziali a porte chiuse, senza fan». Lo ha dichiarato Ross Brawn, direttore generale e responsabile sportivo del progetto F1 a Sky Sports parlando della prossima stagione del circus dopo il rinvio del Gp del Canada, la nona gara ad essere posticipata o annullata. I team ora lavorano con i promotori per creare un calendario rivisto a causa del coronavirus. «Viaggiare per le squadre e per tutti i soggetti coinvolti sarà uno dei grandi problemi», ha dichiarato Brawn. «La nostra visione è quella probabilmente di iniziare in Europa e potrebbe anche essere con un Gp a porte chiuse. Potremmo avere un ambiente molto protetto, in cui i team entrano in charter, li canalizziamo nel circuito, ci assicuriamo che tutti siano testati e che non ci siano rischi per nessuno».

«Stiamo esaminando la struttura organizzativa che ci darebbe il primo avvio. Ma anche la capacità di mantenere questo assetto. Non ha senso iniziare e poi fermarsi di nuovo per un po'». Brawn ha anche detto che sarebbe credibile avere un calendario con 18-19 Gp, e se fosse possibile iniziare a correre a luglio, farlo con una serie di tripli impegni seguiti da un weekend libero. «Otto gare sono il minimo che possiamo avere in un campionato del mondo, secondo gli Statuti della Fia», ha spiegato. «Potremmo raggiungere otto gare a partire da ottobre. Quindi, se volessi un punto morto, sarebbe ottobre. Ma poi c'è sempre la possibilità che potremmo imbatterci nel prossimo anno. Anche questa ipotesi viene esplorata. Possiamo andare a gennaio per finire la stagione? Ci sono molti tipi di complicazioni, come si può immaginare. Se fossimo in grado di iniziare all'inizio di luglio, potremmo fare una stagione di 19 gare. Sarebbe dura con tre gare di seguito e un fine settimana libero, tre gare e un fine settimana libero. Abbiamo esaminato tutta la logistica e pensiamo di poter organizzare una stagione di gare 18-19 se possiamo iniziare all'inizio di luglio. La scelta è tra quei due numeri». Si sta anche valutando una serie di Gp da soli due giorni per allentare la pressione in un calendario compresso. «Potremmo organizzare alcune gare di due giorni per soddisfare le esigenze logistiche», ha aggiunto Brawn.
  Ultimo aggiornamento: 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche